La pulitrice a ultrasuoni è una macchina che viene anche chiamata vasca di pulizia a ultrasuoni o bagno per lavaggio a ultrasuoni. Con essa è possibile lavare oggetti altrimenti difficili da pulire, grazie a una particolare tecnologia.

Il congegno, per funzionare, sfrutta un fenomeno che si verifica quando le onde di ultrasuoni passano attraverso il liquido che si trova nella pulitrice. Sostanzialmente, al suo passaggio, un’onda di ultrasuoni sottopone l’acqua ad allungamento e compressione (per consentire la trasmissione del suono); quando l’estensione delle onde raggiunge il livello critico, si vengono a formare delle cavità che poi implodono, dando luogo a un aumento di temperatura e grandi forze che vanno ad agire su una determinata area. Si immagini questo fenomeno, moltiplicato per milioni di cavità: se ne ottiene un profondo effetto pulente. Si tratta della cosiddetta cavitazione acustica, la quale si verifica dove il liquido va a toccare l’oggetto.

Caratteristiche delle pulitrici a ultrasuoni professionali

Le lavatrici ad ultrasuoni professionali sono macchine il cui utilizzo presuppone una serie di vantaggi: non sono necessarie azioni abrasive o di pulizia ingenti e non vanno usati pericolosi prodotti chimici (si raccomanda, invece, l’impiego di liquidi per lavaggio a ultrasuoni idonei, al fine di migliorare le prestazioni). Inoltre, i tempi di pulizia sono drasticamente ridimensionati, fino al 90%. E si tenga presente che lo spettro di possibilità offerte da una vasca a ultrasuoni è davvero ampio: si possono pulire efficacemente molte cose. Sono diversi i settori professionali che possono trarne vantaggio, da quello dentale e medico-ospedaliero a quello chimico e meccanico, dal campo orafo a quello dell’elettronica fino a quello ottico e militare.

La pulizia raggiunge punti altrimenti difficili da raggiungere, come gli interni dei tubi. È possibile anche scegliere la modalità di pulizia, disponibile in tre opzioni. La modalità “de-gas”, a ciclo completo, toglie l’aria dal liquido e potenzia le prestazioni; la modalità “delicata” prevede il funzionamento del serbatoio a potenza dimezzata, è per i prodotti che vanno trattati con maggiore attenzione; la “completa” porta la macchina a lavorare a pieno regime, per articoli particolarmente sporchi. È importante, comunque, tener presente il fatto che la pulizia a ultrasuoni non sterilizza.

Perché acquistare le pulitrici ad ultrasuoni online

Queste macchine non sono poi così difficili da trovare. Ci si può rivolgere al mercato online: quest’ultimo permette di scegliere il prodotto più adatto alle proprie esigenze in ogni momento, quando si ha tempo, e dovunque ci si trovi. Un negozio virtuale, difatti, non ha orari di apertura.

Trattandosi di apparecchi particolari, è fondamentale leggere la scheda prodotto per scegliere l’articolo che più risulta utile alle proprie necessità. Naturalmente, più il sito è fornito e con ampia scelta, meglio è. Soprattutto se l’azienda è molto grande, potrà essere necessario orientarsi nella navigazione ma se le informazioni sono ben organizzate, non sarà difficile. Sostanzialmente, si andrà a cercare prima la categoria e poi la sottocategoria desiderata. La sezione “lavatrici” o “pulitrici a ultrasuoni” può trovarsi all’interno di una macrosezione dedicata agli strumenti di laboratorio, a sua volta all’interno della sezione dedicata agli strumenti di misura. Se ogni macrocategoria presenta un menu a tendina è ancora meglio: la ricerca e la navigazione sono più rapide e semplici.

Se i costi sono una variabile determinante nella scelta del prodotto desiderato, si tenga presente che i siti di e-commerce presentano vetrine virtuali con anteprime dei prodotti che visualizzano foto, prezzo e sintesi dei dettagli tecnici. Ci sono diverse fasce di costo, naturalmente si ricordi che la convenienza economica non è assoluta ma è sempre in rapporto alla qualità e alle funzionalità: il prezzo migliore non è quello di per sé più basso ma quello che presuppone il miglior rapporto qualità/prezzo.