In onda da lunedì a venerdì alle 12.30 per un costante aggiornamento sugli eventi previsti a Bologna.

GLI APPUNTAMENTI DI VENERDì 5 LUGLIO

Last Minute è realizzato in collaborazione con Bolobazzalive eventi e concerti in Emilia Romagna social net per la musica e la cultura fai da te a bologna ed in Emilia Romagna.

bolobazzalive eventi e concerti

MUSICA

-Terza giornata dello Strummer Live Festival. Questa sera in concerto Alborosie!

Dalle ore 18.30 Arena Joe Strummer – Parco Nord, Via Stalingrado 83.

A conclusione della tre giorni, si ballerà al ritmo del grande reggae internazionale. L’headliner sarà Alborosie, italiano di nascita ma giamaicano di adozione, che è oggi uno dei produttori e singer reggae più apprezzati al mondo. Prima di lui saliranno sul palco gli Africa Unite, una vera istituzione in Italia per i ritmi reggae e dub, che anno da poco festeggiato i 30 anni di carriera. Apriranno la serata i trentini Rebel Rootz, seguiti dai Mellow Mood, la band di Pordenone che in pochi anni si è imposta all’attenzione a livello italiano e internazionale.

-ore 21.15 Parco della Montagnola – Piazza VIII Agosto, Giancarlo Giannini Quartet.

Una formazione che vede tra i migliori musicisti della scena jazzistica esibirsi in quartetto, ospite Carlo Atti, riconosciuto e apprezzato sassofonista.Giancarlo Giannini – Trombone; Nico Menci – Pianoforte; Roberto Villa –Contrabbasso; Max Dall’Omo – Batteria. Special Guest: Carlo Atti – Sax.

A cura di Associazione Jazz Train.

-ore 21.30 Salotto del Jazz – via Mascarella alta, Lisa Manara Roots Quartet
Lisa Manara, voce; Federico Codicè, chitarra; Michele Cacciari, banjo; Red Costa, armonica. Lisa Manara, giovane promessa del blues italiano. Ecco cosa ha scritto di lei Alceste Ayroldi, giornalista della prestigiosa rivista Musica Jazz:”Non è facile incontrare una voce che metta insieme grinta, intonazione e
una vigorosa interpretazione, soprattutto se si ha vent’anni o poco più. Lisa Manara ci riesce con una disarmante facilità attraversando come poche il bel canzoniere soul-blues, padroneggiando le dinamiche e sventagliando una sicurezza che di solito arride a chi ha già alle spalle un bel po’ di anni di palco. Graffia come una pantera nera e svolazza nelle note alte con un glissato che le consente di passare dalle ottave più basse a quelle alte, senza alcun contraccolpo, mantenendo anche una pronuncia chiara e forbita. Chapeau, quindi alla nuova interprete della musica afroamericana “targata” Italia”.

ore 19 Giardini del Cavaticcio, via Azzo Gardino 65, La Ricreazione: Bastard Keaton + Altre 
di B. Enrico Roberto (Lo Stato Sociale), Hyppo Nicola Roda, Lele Zecchi (Le Brache Corte) e Salvatore Viscardi sono i Basterd Keaton. Hell With Spectacles (Irma Records) è il loro Ep d’esordio composto da 4 brani inediti e tre remix. Altre di B cantano in inglese e hanno stregato gli addetti ai lavori con l’album There’s a Million Better Bands. Anche se il nome Altre di B rimanda alle squadre di calcio di serie B che non figurano nella schedina del totocalcio, in quanto meno rilevanti rispetto alle prime della classe.
La Ricreazione è una rassegna a cura di ex-Forno e PeacockLAB, con proposte musicali dal vivo dei protagonisti della scena indie e underground bolognese, e delle novità provenienti dall’estero. A seguire dj set delle leve più attive del panorama notturno bolognese.

ore 21 Bolognetti Rocks -vicolo Bolognetti 2, Time For HeroesPure Indie Rock Party, un ritorno a ciò che in fondo da noi non è mai passato. Suderete solo con l’indie rock che da gruppi come The Strokes in poi ha infiammato forse le migliori serate del Covo Club.

EVENTi

dalle ore 18 fino alla chiusura Botanique – Giardini di Via Filippo Re, The 50Mila Festival.
Lo slogan “The one year vintage festival” ha lanciato una sfida trasversale di ben 200 giorni, all’insegna di spettacolo, musica, moda, cucina e design. Il filo conduttore della manifestazione è il Vintage, con una
impostazione creativa e non nostalgica, e la massima ricerca dei pezzi esposti e degli artisti.Live di band rocknroll / rockabilly, Dj set Anni 50 e 60, mercatino  vintage e Area Trucco&Parrucco sono solo alcune delle attrazioni-firma del 50mila Festival previste per questo appuntamento!

-Alle 19.00 Orto dei Giusti – Via dei Colli 54: Laboratorio di danza Sha’abi. Danza tradizionale Egiziana
a cura di Maria Martinez coreografa e insegnante di danza. Sha’abi è un genere allegro e vivace, che comprende al suo interno numerose danze regionali diverse. In questo seminario verrà presentato il repertorio musicale e le danze del Sud dell’Egitto legate dalla presenza delle “Gawasy”, ballerine note per i loro movimenti di bacino, spalle e dorso. Una danza vibrante, solare, piena di energia e vitalità che accompagna tutti i momenti di festa. A seguire alle ore 21.30 , Video proiezione di Regards Maliens.

 A cura di Ivano Adversi e Cristina Berselli. Una proiezione dedicata al Mali e le sue tante sfaccettature. Immagini che riflettono sulla vita quotidiana della popolazione del Mali, fino ai Dogon della Falaise di Bandiagara ai Touareg di Toumbouctou e di Tin Telout, un paese a circa 5o KM da Timbuctù.

 Sostegno del Battiferrovia della Beverara 123 ore 21 The General. Buster Keaton in musica con Marco Dal Pane. Un concerto di Marco Dalpane, Musica nel buio, che mette in musica uno dei capolavori di Buster Keaton: The General (Come vinsi la guerra). Un treno che si chiama The General lanciato a gran velocità nei maestosi paesaggi americani, e al comando un macchinista che ama il suo treno quasi quanto la fidanzata Annabelle. Siamo negli anni della guerra di Secessione, i generali veri fumano sigari e pianificano gli scontri mortali; sulla locomotiva, intanto, Buster mette un perno, toglie un perno,e il mondo si allontana.

– All’osteria “l’impiccato” di via del pratello 39a dalle ore 21 lettura tarocchi con Maga
Laura

CINEMA

ore 22 Piazza Maggiore all’interno della rassegna Ritrovati & Restaurati la proiezione di
Hiroshima mon amour di Alain Resnais. 

Il restauro ha rispettato pienamente l’estetica originale del film e il grading curato da Renato Berta è stato portato avanti grazie alla sua grande esperienza di direttore della fotografia e al costante riferimento a una copia d’epoca. Il restauro del suono è stato fatto, seguendo le indicazioni di Resnais, nel modo più trasparente possibile e nel pieno rispetto delle sonorità della copia d’epoca che anche in questo ambito ha costituito un importante riferimento. Con Hiroshima mon amour non ci troviamo di fronte a un film classico in cui la fotografia è invariata dall’inizio alla fine. La narrazione del film è perfettamente lineare ma basata sulla discontinuità del montaggio fotografico, temporale e geografico. […] Il lavoro che ho fatto su questo restauro ha rappresentato un viaggio inusuale e affascinante nel cuore del film. Spesso mi è sembrato di avere accesso alle dinamiche più profonde dei diversi creatori: i due direttori della fotografia, gli attori e,naturalmente, il regista. Spero di non aver tradito le loro intenzioni.

ore 21.45 Arena Puccini – via Sebastiano Serlio 25/2, Tutti pazzi per Rose, di Régis
Roinsard con Romain Duris, Déborah François, Bérénice Bejo, Mélanie Bernier, Nicolas
Bedos.