Il Sogno di una notte di mezza estate di William Shakespeare, in scena dal 29 dicembre 2022 all’1 gennaio 2023 al Teatro Storchi di Modena. Replica speciale il 31 dicembre alle 21:30 con brindisi finale per chi desidera passare il capodanno gioiosamente a teatro insieme alla compagnia dei neo diplomati attori/trici al corso Attore internazionale della Scuola di Teatro Iolanda Gazzerro di ERT sostenuto dal Fondo Sociale Europeo.

Una compagnia di giovani attori e attrici affrontano il capolavoro di Shakespeare “Il sogno di una notte di mezz’estate” tradotto e adattato da Valter Malosti, come viatico verso il professionismo. La prima scrittura, il primo vero rapporto con il pubblico pagante avviene per questo gruppo di neo diplomati alla Scuola di ERT intitolata alla compianta tutor Iolanda Gazzero, nel periodo delle feste natalizie, come nella migliote tradizione teatrale. Il pubblico può immergersi nella lingua shakespeariana e abbeverarsi nell’entusiasmo di questi/e sedici giovani per il capodanno 2023 riempiendosi a propria volta di gioia e speranza per il futuro. “La commedia è il regno della collettività e della possibilità che questa ha di rimediare agli errori, di escogitare nuove strategie per migliorare e continuare a vivere” afferma il regista Simone Toni, classe 1980 e formatosi con Luca Ronconi.Il Sogno” offre l’occasione a giovani attori e attrici di misurarsi con un testo di pura poesia teatrale in cui è lecito e addirittura necessario giocare, inventare, sperimentare, liberare la fantasia per dar vita a personaggi energetici, vivi, e insieme intessuti di magia, di bava di ragno, della sostanza di cui sono fatti tutti i nostri sogni.

Chi meglio di giovani che sognano di nutrirsi di teatro per il resto della loro vita può dar vita a un gioioso, Puck o a dispettosi spiritelli come Gran di senape, a una potente Titania, a un esilarante Bottom, giocando con i clichè dell’antico teatro per interpretare la scena di Piramo e Tisbe nel teatro nel teatro rappresentato dai comici- artigiani.

Commenta Simone Toni nel presentare il progetto registico: “non solo (questa commedia) offre innumerevoli possibilità interpretative, ma possiede anche uno specifico nucleo energetico che la rende particolarmente idonea allo sviluppo delle capacità espressive di una giovane compagnia.”

Da questa sera alle 20:30 questo gruppo di giovani attori/trici potrà mostrare il proprio talento, il proprio modo di vivere il serio gioco e mestiere del teatro a quanti vorranno dare loro una possibilità contrastando l’invalsa abitudine di comprare il biglietto solo se ci sono “nomi in ditta”.

Siamo un paese in cui si dice retoricamente “largo ai giovani”, ma poi non si investe sui loro talenti, non si crede fino in fondo nelle loro possibilità di successo. Riempire il teatro anche quando non ci sono nomi di richiamo e sul palco ci sono promesse per il futuro del teatro è un’atto di coraggio e di speranza, speranza che il sistema teatrale non rimanga sempre ostaggio dei divi delle serie TV o del cinema, ma dia occasioni reali ai talenti che escono dalle nostre scuole di teatro.

Faccio appello al Direttore di ERTT Fondazione Valter Malosti che oggi sostiene questa proposta teatrale, di non abbandonare questi e queste giovani dopo il diploma e il battesimo con il pubblico, come sono stati spesso abbandonati i e le precedenti diplomati/e, ma di continuare a sostenerli/e con audizioni per le future produzioni ERT. Questo si attendevano tanti altri svaniti come i sogni perchè dopo il diploma nessuno ha continuato a credere in loro. Mi auguro con tutto il cuore che non succeda a questi neo diplomati/e.

Misurarsi con Shakespeare la notte di capodanno con vero pubblico pagante che anela di godere del loro talento è un regalo immenso per questi/e giovani, ERT deve poi dare ali a quanti/e possono davvero volare e anche il pubblico deve fare la sua parte credendo nel potere incantatorio del teatro fatto di pochi oggetti e di tanta immaginazione acquistando i biglietti per vedere il doppio, triplo Sogno dei personaggi, degli attori e delle attrici, del sistema teatrale capace di rigenerarsi e aprirsi al nuovo!

Buon anno a tutti e tutte di teatro e di Sogni.

Informazioni e prenotazioni Teatro Storchi:

Prezzi dei biglietti € 25 / 10

Replica del 31/12: € 30 / 15

Biglietteria Teatro Storchi – Largo Garibaldi 15, Modena

biglietteria@emiliaromagnateatro.com | modena.emiliaromagnateatro.com | www.vivaticket.it

Biglietteria telefonica – tel. 059 2136021

Articolo precedenteUn tocco di classico / Epopea utopistica d’altri tempi!
Articolo successivoNUOVE PROPOSTE 2022 di Radio Città Fujiko