Dall’11 al 16 maggio a Ravenna si terrà POLIS, il festival del teatro e della partecipazione, diretto da ErosAntEros, con il contributo di Comune di Ravenna – Assessorato alla Cultura, Regione Emilia Romagna e Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna. Parteciperanno artisti e compagnie di grande rilievo, tra cui Ascanio Celestini, Babilonia Teatri, Elena Bucci, Teatro Miela, Silvia Costa, Valentina Banci e i già citati ErosAntEros, oltre ai due lavori, scelti dai cittadini Visionari, di Virus Teatrali e di Fettarappa Sandri/Guerrieri.

Il festival del teatro e della partecipazione giunge alla sua quarta edizione

Il programma prevede sedici appuntamenti, scanditi in dodici spettacoli, tre incontri e vari progetti partecipativi e laboratori. Verranno messi in scena due spettacoli al giorno, uno alle 18 e uno alle 20, all’interno del Teatro Dante Alighieri. Durante l’evento, come spiegano i direttori artistici Davide Sacco e Agata Tomsic di ErosAntEros, si rifletterà su tematiche importanti come i diritti umani, il razzismo, il femminicidio, l’emergenza climatica e il ruolo dell’arte nella società.

L’immagine rappresentativa del festival è stata creata anche per questa edizione dall’artista-attivista Gianluca Costantini: raffigura due giovani con la mascherina intenti a baciarsi, uniti in un abbraccio che ormai ci viene negato da più di un anno a causa della pandemia. La partecipazione degli spettatori in questa edizione è parte integrante del festival, infatti grazie al progetto VISIONARI di Ravenna, in collaborazione con la rete nazionale L’Italia dei Visionari e il Festival Ammutinamenti di Cantieri Danza, sono stati coinvolti quaranta cittadini che hanno avuto il compito di scegliere parte degli spettacoli in programma, mentre il laboratorio sui diritti umani RIGHTS QUAKE, condotto da Davide Sacco e Agata Tomsic, è stato realizzato con Fondazione Flaminia ed è aperto agli studenti internazionali del corso di laurea in International Cooperation on Human Rights and Intercultural Heritage di Ravenna.

Inoltre è attivo il progetto BIGLIETTI SOSPESI, in collaborazione con la cooperativa Villaggio Globale, che permette la partecipazione delle fasce economicamente e socialmente più deboli, mentre il progetto BIGLIETTI UNDER30, grazie al sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna, offre ai giovani under 30 l’ingresso al prezzo di soli 3 euro.

Tra gli altri protagonisti del festival ci sarà anche l’attore, autore e regista Ascanio Celestini che riporterà in scena lo spettacolo con cui si è presentato al grande pubblico, Radio Clandestina, in occasione del suo ventennale. Invece tra gli spettacoli selezionati dai cittadini che hanno partecipato al progetto VISIONARI 2021 verranno rappresentati Il bambino con la Bicicletta Rossa e Apocalisse Terribile. Il programma completo è consultabile sul sito dell’evento. Il festival si svolgerà interamente in presenza, nel rispetto delle vigenti norme anticovid.

Gemma Fabellini

ASCOLTA L’INTERVISTA A DAVIDE SACCO E AGATA TOMSIC:

Articolo precedenteDalla Luna all’Universo, l’Eurovision Song Contest di Lettonia e Svizzera
Articolo successivoBiscotti e ricerca scientifica: il progetto di UILDM