Dal 6 al 9 giugno 2022 torna a Ravenna la nona edizione del Beaches Brew Festival, uno dei principali festival di musica in Europa. Ventuno artisti da undici paesi del mondo si esibiranno per quattro giorni di musica in riva al mare.

Beaches Brew Festival: le barriere tra artisti e pubblico si annullano

La nona edizione del Beaches Brew Festival si svolgerà all’Hana-Bi di Marina di Ravenna e sarà caratterizzata da un mix di generi e dalla scoperta di nuove ibridazioni; ogni giornata avrà stili predominanti e per questo la linearità del programma è più evidente. Quest’anno il Beaches Brew accoglierà artisti moderni passando per le frontiere della musica dance e world che si affiancheranno a sonorità elettroniche, psichedeliche, punk, retrofuturiste: tutte le combinazioni di generi e sonorità differenti si abbineranno creando un ibrido perfetto.

Dopo due anni di pandemia questa è la prima estate in cui si torna ad organizzare eventi in piena libertà, come afferma il direttore del festival Chris Angiolini «l’idea è quella di ripartire con i migliori propositi: c’è tanta voglia di ritornare, soprattutto tornare a ballare e infatti la selezione della line up si muove proprio in questa direzione». La line up è stata intitolata “Lost in transition” e sarà fuori dai radar abituali poiché gli artisti si muoveranno tra due palchi, uno al molo Dalmazia e uno in spiaggia, all’ Hana-Bi. Inoltre, martedì 7 giugno ci sarà «un evento speciale presso il Museo d’Arte della Città di Ravenna con il solo di Ben Shemie, uno degli amici del Festival» alle ore 17:00.

Il Beaches Brew, dunque, mira a celebrare il senso di comunità nella musica e nell’arte rompendo ancora una volta la barriera tra artisti e pubblico.

Ingresso libero.

ASCOLTA L’INTERVISTA A CHRIS ANGIOLINI:

Articolo precedenteBologna Sport: Ultimo giorno di scuola
Articolo successivoArab Ska