La decisione sull’ammissibilità del referendum che propone di cancellare i finanziamenti pubblici alle scuole private viene rinviata di 48 ore.

Mutuando un termine calcistico, il Comitato dei Garanti del Comune di Bologna fa melina. Viene infatti procrastinata di 48 ore la decisione sull’ammissibilità del referendum consultivo sui finanziamenti comunali alle scuole materne private. La decisione che doveva essere presa oggi arriverà mercoledì. Oltre non si può dire, pena infrangere la sentenza del Tribunale di Bologna.

La riunione di oggi è durata tre ore e mezza, ma il tempo non è stato ritenuto sufficiente dai Garanti che si sono trovati ad affrontare i diversi aspetti della questione. Secondo Piergiovanni Alleva, uno dei Garanti di Palazzo D’Accursio, i problemi nascerebbero proprio dall’interpretazione del regolamento comunale che, sempre secondo Alleva, forse dovrebbe essere rivisto.

Articolo precedenteLa domenica di Radio Città Fujiko
Articolo successivoIn piazza Verdi il “botellón dei senza casa”