Al Cinema Europa, una sfida tra l’opera prima  e l’ultimo lavoro del regista Alessandro Piva: “La Capa Gira” vs “Henry”.

Si tratta dell’esordio della rassegna “Cinema degli esordi”, che Kinodromo  ha deciso di dedicare alle opere prime dei registi che saranno via via invitati a discuterne con il pubblico. Interamente in dialetto barese, con sottotitoli, “La Capa Gira” (1999) è un cult, girato in super 16, a budget minimo, interpretato da attori comici, noti allora solo ad un pubblico locale. “Henry” (2011) è invece girato a Roma, altra città molto nota ad Alessandro Piva, che cerca di mostrarne la popolazione di non romani e gli aspetti meno evidenti.

Agli spettatori dei due lavori sarà quindi data l’oppurtunità di confrontare i personaggi, spesso viscidi e immaturi, che animano il sottobosco di due grandi metropoli e di osservare dall’interno la lotta per la sopravvivenza della piccola malavita che vive ai loro margini. Tra il primo e secondo spettacolo, che prevedono un unico biglietto di ingresso per incentivare la più ampia partecipazione, il regista incontrerà il pubblico.

Articolo precedenteLa domenica di Radio Città Fujiko
Articolo successivoIn piazza Verdi il “botellón dei senza casa”