Dopo il successo della “demenzialissima” serata di febbraio all’Arteria domani sera, 11 aprile 2015, il TPO di via Casarini 17/5 accoglierà il secondo appuntamento del progetto “Lardo ai giovani – onda d’urto demenziale”. Un evento costruito dal basso rivolto alle giovani generazioni, che intende omaggiare il grande Freak a 5 giorni da quello che sarebbe stato il suo compleanno.

Un’anima ostinata quella di Freak, che ha sempre combattutto l’ipocrisia regnante nella società con la forza dell’ironia, ispirando e continuando a ispirare le menti di tante generazioni. Una nuova tappa del percorso anticonformista del “Rock demenziale” creato dagli Skiantos nel ’77 quella organizzata da Stefano “Sbarbo” Cavedoni, che darà l’opportunità a tanti giovani poeti/narratori/cantautori/musicisti/narratori di esibirsi in una performance degna di Freak (che non parli banalmente solo di “cacca, culo, figa, pipì”!) e soprattutto della propria intelligenza di artisti.

Si comincia alle 16.00 con il mercato bizzarro ospitato nel cortile del TPO, dove stravaganti artigiani nelle vesti di un personaggio della loro fantasia allestiranno banchetti con prodotti del proprio ingegno insoliti e fantasiosi curati da Barbara “Fatamaya” Guiduzzi (forse non capita tutti i giorni di poter acquistare una bacchetta magica…). Sempre dalle 16.00 sul palco del TPO si susseguiranno fino alle 21 brevi e ironiche esibizioni di soli 10-15 minuti dedicate all’indimenticabile Freak. Forse già i nomi di alcuni dei gruppi che si esibiranno in questo spazio lasciano ben intendere l’impronta e l’intento della manifestazione: “I carrelli elevatori”, i “Sapone intimo”, gli “Acusticazzi”, gli “Eh?!.

Alle 21.00 l’appuntamento è con il grande concertone di 5 bands per 5 generazioni di artisti demenziali, che sarà inagurato dalla performance dalla crew di rappers ventecinquenni “ke spakkano” Pro Evolution Joint. A seguire i teen idol Fritto Mistico, gli scocomeratissi “French Kiss and Alhoa Beach”, e a seguire gli Skiantos nella formazione “vekkio konio”, costituita da coloro che hanno fatto parte della primissima stagione: stiamo parlando di Andrea “Andy Bellombrosa” Dalla Valle, Gianni “Jean Bolet” Bolelli, Fabio “Dandy Bestia” Testoni, Stefano “Ringo Starter” Sarti, Davide “Blanda” Blandamura, Leo “Tormento Pestoduro” Ghezzi, Paolo “Bono” Bonito, Andrea “Jimmi Bellafronte” Setti, “Bubba Loris”, “Come-Lini” Linda “Linetti” e Stefano “Sbarbo” Cavedoni. Per il gran finale sul palco del Tpo si esibiranno gli spumeggianti modenesi “Paolino Paperino Band”, e alla fine del concertone la serata continuerà con il dj set di una rara selezione di ballabili demenziali curata da Marco Prati.

L’intero evento sarà ripreso e registrato con l’intento di creare memoria collettiva dal basso per produzioni indipendenti e di documentare la costruzione di un nuovo tassello della storia di un genere non di moda ma ostinatamente vivo e presente nella scena musicale bolognese.

Alice Benatti

Articolo precedentePremio Maccio Capatonda 2011, cinema alla radio
Articolo successivoNon c’è pace per i centri sociali: ora rischia Vag61