Partendo dal rapporto Euroscopio della Fondazione Agnelli, che sulla base degli esiti universitari e dell’accesso dei diplomati al mondo del lavoro traccia la classifica delle scuole migliori d’Italia, è possibile fare un’analisi del rapporto tra istruzione e lavoro. Un rapporto che non va visto solo in ottica di ranking, ma soprattutto con uno sguardo a quell’uguaglianza sostanziale che la realtà quotidiana e le statistiche che la fotografano mostrano essere ancora molto distante. L’intervento di Marta Fana.

ASCOLTA L’INTERVENTO DI MARTA FANA:

Articolo precedentePremio Maccio Capatonda 2011, cinema alla radio
Articolo successivoNon c’è pace per i centri sociali: ora rischia Vag61