“Fumetti a sinistra, un mondo dentro al balloon”, trasmissione in onda domenica 29 maggio, ore 16, a cura di Morena Moretti ed Alfredo Pasquali che entra nella passione di Gianni Rodari per le opere di Giulio Verne. Un fascino che rimane nel tempo per grandi e piccoli lettori.

Dalle parole dello stesso Gianni Rodari emerge tutta la passione del grande narratore di Omegna per il mitico scrittore di Nantes. Non è un caso che il primato della fantasia legato alla curiosità delle scienze trovino i nostri due eroi, seppur lontani nei luoghi e nei tempi, vicini nell’esplorazione di realtà misteriose dell’immaginario dell’evasione possibile.

Ma il fascino di Giulio Verne permane intatto attraverso i secoli. Così ancora oggi si vuole ritornare sui luoghi delle leggendarie spedizioni dei suoi protagonisti, ad est, ad ovest, nell’alto delle orbite lunari o negli abissi del centro della terra. Nasce così “L’Atlante dei viaggi straordinari e degli inconsueti mezzi di trasporto per compierli” dedicato proprio a Giulio Verne, opera a cura di Anselmo Roveda con le illustrazioni di Marco Paci. Vademecum utile per riepilogare i viaggi di Verne e di visualizzarli, apprezzando la vastità dell’ingegno dell’autore, che anticipò molte invenzioni che sarebbero poi state realizzate. Dalla luna alle profondità marine, dalla Cina al Rio della Amazzoni, Verne non lasciò nulla di inesplorato, e i suoi mezzi di trasporto vanno da elefanti d’acciaio a comete, da vascelli volanti a proiettili, da zattere a sottomarini. Ai microfono di Simona Sagone di Yukali lo stesso Marco Paci.

Ascolta la trasmissione https://archive.org/details/13-verne-rodari-roveda-paci

Articolo precedenteGLAMORAMA – puntata del 19 Maggio 2022 – Indie Rock
Articolo successivoTrent’anni fa Capaci e la morte di Falcone, in un podcast le stragi di mafia