L’esercito ha atteso un’ora e poi ha agito: Morsi è agli arresti domiciliari nella sede della guardia repubblicana al Cairo. L’annucio del golpe arriva proprio dal presidente egiziano. Adly Mansour presidente ad interim e governo tecnico per arrivare a elezioni.

Leggi anche: Attesa e tensioni in Egitto

Le forze di sicurezza egiziane hanno comunque imposto il divieto di espatrio. Oltre che a Morsi non potranno lasciare il Paese il leader della Fratellanza Mohammed Badie e il suo vice Khairat al-Shater. L’azione sarebbe stata attuata in ottemperanza di un ordine di arresto nell’organizzazione di una fuga dalla prigione del 2011. L’ultimatum dei militari era previsto per le 16,30 di ieri. Respinta quindi la proposta del presidente egiziano di un governo di coalizione.

Intanto il presidente della Corte Costituzionale egiziana ha giurato come presidente ad interim dopo la designazione da parte dei vertici militari. Adly Mansour prende il posto di Mohamed Morsi, destituito ieri in seguito al golpe militare. Prevista la nomina di un governo tecnico di transizione che porterà il Paese verso nuove elezioni.