I lavoratori di Atc addetti all’accertamento della sosta hanno fatto un blitz in Consiglio Comunale per protestare per la mancata applicazione della clausola sociale. Annunciato uno sciopero il 7 luglio.

Ieri pomeriggio gli accertatori della sosta di Atc hanno interrotto per mezzora il Consiglio comunale di Bologna per protestare contro l’Amministrazione che non vuole rispettare la clausola sociale sottoscritta dalla giunta Cofferati attraverso la quale, in caso di scorporo di un ramo d’azienda, si sarebbe mantenuto comunque il contratto nazionale del lavoro degli autoferrotranvieri. I lavoratori hanno annunciato sciopero per il 7 luglio di tutti i dipendenti Atc e Tper. Noi abbiamo chiesto ad Alberto Ballotti, segretario della Filt Cgil di farci il punto della situazione.

Articolo precedentePremio Maccio Capatonda 2011, cinema alla radio
Articolo successivoNon c’è pace per i centri sociali: ora rischia Vag61