Congetture, sospetti, indagini ma al momento, usando le parole di Eugenio Ambrosi, direttore generale dell’Oim per l’Europa, non si è a conoscenza di “casi comprovati di collusione” tra ong e trafficanti. Le accuse rivolte alle ong in questi giorni gettano cinico fango sul lavoro prezioso di chi salva vite umane. Dall’inizio dell’anno già 1089 morti. L’intervista a Michele Prosperi di Save the Children.

Intervista di Carlotta Calarese.

Articolo precedentePremio Maccio Capatonda 2011, cinema alla radio
Articolo successivoNon c’è pace per i centri sociali: ora rischia Vag61