Il romanzo di Guccini e Macchiavelli campione di vendite. Ottantamila copie e quattro edizioni per la storia odierna dell’Appennino. L’intervista a Loriano Macchiavelli.

Ieri sera alla Libreria della Festa de L’Unità di Bologna, Loriano Macchiavelli ha presentato “Malastagione”, romanzo scritto a quattro mani con Francesco Guccini, che in un solo anno è diventato best seller. Un noir ambientato nelle montagne dell’appennino bolognese che con una trama classica da giallo ci porta a conoscere le personalità che da sempre hanno popolato queste montagne. Chi vive l’appennino, come il protagonista Adumas, conosce i suoi segreti e le sue strade e ha visto i cambiamenti che in questi anni ha subito. Se da lontano le montagne sembrano immutabili anche qui speculazione edilizia, commercio e turismo mordi e fuggi ne hanno cambiato profondamente il profilo, e oggi chi le ama e le conosce da sempre vive questi mutamenti con rabbia e straniamento.

Selene Cilluffo

Articolo precedentePremio Maccio Capatonda 2011, cinema alla radio
Articolo successivoNon c’è pace per i centri sociali: ora rischia Vag61