La playlist dell’appuntamento settimanale con Fried Chicken, condotto dai Sons Of Trojan (Edo e Tommy). Ogni mercoledì dalle 14:00 alle 15:00 un’oretta di soul, funk e pollo fritto in diretta dal 1968!

Avevate lasciato Edo Tommy a friggere un’ala e un petto di pollo al motel Lorraine a Memphis suonando anche qualche disco per deliziare gli ospiti del motel e soprattutto gli artisti della Stax Records che spesso vengono lì a riposarsi (si fa per dire) dopo le loro lunghe sessioni di registrazione.
Ora però le cose son cambiate! L’esercito americano li vuole nelle sue fila e i due vigliacconi pacifisti se la son data a gambe: Tommy è fuggito in giro per l’Italia mentre Edo grazie al loro amico Sly Stone ha fatto un “viaggio” troppo intenso e si è trovato catapultato nel 2012.
Non preoccupatevi perchè grazie ai potenti mezzi di Radio Fujiko i due saranno in grado di andare in onda con Fried Chicken, ogni mercoledì dalle 14:00 alle 15:00 un’oretta di soul, funk e pollo fritto in diretta dal 1968!

Con estrema gioia siamo arrivati al secondo appuntamento con “Le Monografie di Fried Chicken” e questa volta è toccato al nostro carissimo amico Ray Charles che nel 1968 è già un veterano e uno dei creatori della soul music.
Tommy è stato in sua compagnia (se così si può dire) mentre Edo era come sempre in studio a dirigere questa meravigliosa puntata partita con il sound tipico del jazz e dello swing anni ’50 di Ray Charles e arrivata alla fine degli anni ’60 nel pieno del boom del soul.

La playlist di oggi:

Ray Charles – I’ll Do Anything But Work
The Ray Charles Trio – Kiss Me Baby
Ray Charles – Roll With Me Baby
Ray Charles – Mess Around
Ray Charles And His Orchestra – Heartbreaker
Ray Charles – I Got A Woman
Ray Charles – Hallelujah, I Love Her So
Ray Charles – What I’d Say
Ray Charles – Let The Good Times Roll
Ray Charles – I Can’t Stop Loving You
Ray Charles – Busted
Ray Charles – I Don’t Need No Doctor

La registrazione della puntata:
http://www.mixcloud.com/sonsoftrojan/le-monografie-di-fried-chicken-ray-charles-27-02-2013/ 

Articolo precedentePremio Maccio Capatonda 2011, cinema alla radio
Articolo successivoNon c’è pace per i centri sociali: ora rischia Vag61