Venerdì 17 a Pandemonium King Of The Opera ci ha presentato dal vivo l’ultimo lavoro Nothing Outstanding.

Riascolta l’intervista e il live in fondo all’articolo!

Un disco che nasce dalle ceneri di Samuel Katarro e spalanca nuove forme di fare musica per Alberto Mariotti.

Viene meno l’approccio tragi-comi-ironico per lasciare spazio a un’emotività più diretta, più sincera.

Così ci lasciamo sorprendere dall’internazionalità di queste canzoni, difficilmente collocabili. Psych pop spaziale, nel senso che ti dà la possibilità di spaziare, di essere trasversale anche nell’ascolto, scegliendo se immergerti in atmosfere orchestrali, in cerca della pace dei sensi, o più ritmate e solari.

Il Mariotti si fa accompagnare in questo progetto di King Of The Opera da Wassilkij Kropotkin (polistrumentista) e da Simone Vassallo (batteria).

Il disco è uscito per la Famosa Etichetta Trovarobato

Articolo precedentePremio Maccio Capatonda 2011, cinema alla radio
Articolo successivoNon c’è pace per i centri sociali: ora rischia Vag61