È soddisfatto Raffaele Donini, assessore alla Sanità della Regione Emilia-Romagna, nel presentare i dati sull’andamento della campagna vaccinale lungo la via Emilia. E, dati sull’efficacia dei vaccini alla mano, invita tutte le persone che ancora non fossero vaccinate, anche quelle che hanno già prenotato la vaccinazione, a recarsi nei punti vaccinali presenti nelle piazze, nelle feste di partito e delle sagre.

I dati della campagna vaccinale dell’Emilia-Romagna

Sono 4.018.622 le persone vaccinabili in Emilia-Romagna e, tra queste, 3.272.080 hanno ricevuto la prima dose, pari all’81,4% della popolazione. All’appello, dunque, mancano circa 746mila persone, ma sono 62mila quelle che hanno già la prenotazione entro settembre.
Le persone già immunizzate, cioè coloro che hanno ricevuto tutte le dosi, sono 2.877.703, pari al 71,6% del totale. È stato così raggiunto l’obiettivo che la Regione si era fissata, cioè di superare il 70% di popolazione vaccinata entro l’estate.

L’assessore ha presentato anche i dati in base alla fascia d’età. L’unica che non ha ancora superato la soglia del 70% è quella che va dai 12 a 19, mentre tutte le altre sono sopra, alcune anche oltre l’80 o il 90%.
«Invito tutte e tutti a vaccinarsi il prima possibile – insiste Donini – perché gli studi che abbiamo a disposizione dimostrano che le persone vaccinate sono meno soggette al contagio, al ricovero, a finire in terapia intensiva o a morire».

Su questo versante, in particolare, uno studio condotto in Regione dimostra che le persone vaccinate hanno l’87% di possibilità di non contagiarsi, il 94% di possibilità di non finire ricoverate e ben il 95% di non finire in terapia intensiva o morire.

ASCOLTA LE PAROLE DI RAFFAELE DONINI:

Articolo precedenteLa risposta dell’Ue ai rifugiati afghani: rafforzare le frontiere
Articolo successivoLa cura: il festival di Emergency dal 3 al 5 settembre