Kinodromo presenta un altro appuntamento con la rassegna INDY NET:
Un percorso lungo le strade dell’indipendenza per raggiungere nuovi confini della cinematografia, in sinergia con tutte le realtà che in Italia e all’estero si stanno impegnando nella distribuzione di opere che per identità, stile e budget non incontrano i canali mainstream.

Questa sera presso il Cinema Europa sarà proiettato alle 20:30 e in replica alle 22:30 il documentario del 2011 “Italy: Love It, or Leave It”, vincitore del premio al miglior lungometraggio e il premio del pubblico al Milano Film Festival 2011, e il premio della giuria giovanile all’Annecy cinéma italien dello stesso anno. I due registi,  Gustav Hofer e Luca ragazzi, sono anche i protagonisti del documentario.

Luca e Gustav vivono insieme. Quando ricevono una notifica di sfratto, si apre una spaccatura: Gustav vorrebbe trasferirsi a Berlino, mentre Luca crede che l’Italia sia ancora un Paese che ha qualcosa da offrire. Decidono di prendere sei mesi di tempo per scegliere, e cominciano un viaggio lungo la Penisola a bordo di una vecchia 500, toccando tappe come Rosarno, Napoli, Giarre e Predappio, per capire se l’Italia è ancora un posto in cui poter vivere o meno.

Ai microfoni di Radio Città Fujiko, il regista Luca Ragazzi ci racconta di come è nata l’idea per il documentario, gli incontri e le esperienze che lo hanno influenzato e cosa ha capito dell’Italia guardandola dall’esterno.

Articolo precedentePremio Maccio Capatonda 2011, cinema alla radio
Articolo successivoNon c’è pace per i centri sociali: ora rischia Vag61