Ultima data del tour per Giancane, cantautore romano già componente de Il Muro del Canto, che venerdì 24 settembre si esibirà sul palco di Pontelungo Summer Festival.

Giancane dà voce alla sua romanità

Termina il tour estivo che ha visto Giancane attraversare l’Italia in 19 tappe, ultima delle quali sarà Bologna. Tornare ad esibirsi dal vivo è una boccata d’aria fresca dopo il periodo di fermo della pandemia ma è forte la voglia e il desiderio di suonare di fronte ad un pubblico che può ballare in piedi senza distanziamento.

«Suonare davanti ad un pubblico seduto, soprattutto con un progetto un po’ caciarone come il mio, non proprio cioè musica d’ascolto, rende convivere con questa situazione ancora molto difficile, lo show resta uguale ma purtroppo la risposta è abbastanza diversa, non vediamo l’ora di tornare ad avere la gente sotto palco» dice Giancane ai nostri microfoni.

Artista, produttore, musicista e cantante, Giancarlo Barbati inizia la sua carriera musicale con Il Muro del Canto, band romana fondata nel 2010, e parallelamente dal 2013 inizia il percorso da solista come Giancane.
La romanità è una parte fondamentale non solo della sua identità artistica, sia nelle canzoni che nelle collaborazioni, come quella con il rapper Rancore e il fumettista Zero Calcare, ma anche per quanto riguarda la sua identità politica come artista. Un esempio ne è stato il progetto “Unplugged in San Lorenzo”, album registrato al Nuovo Cinema Palazzo, lo stabile occupato da giovani, artisti e abitanti stessi del quartiere per preservare un luogo storico di Roma dalla speculazione che voleva renderlo un casinò.

Il Nuovo Cinema Palazzo per Giancane è il posto dei primi concerti, delle prime collaborazioni con altri artisti e con Il Muro del Canto, ma è anche un progetto politico a cui non può fare a meno di mostrare sostegno, afferma infatti «Chi fa musica deve sposare determinate cause anche solo per pensare ad un posto dove crescere e far crescere altre realtà che hanno sempre più carenti di spazi simili»

La stagione autunnale è ancora in cantiere per molti artisti, Giancane compreso, ma intanto lo aspettiamo a Bologna per la data del 24 settembre.

ASCOLTA LA NOSTRA INTERVISTA GIANCANE:

Articolo precedenteLa fotografia narrativa dei PhMuseum days
Articolo successivoUn tocco di classico / Spettacolo spettacolare!