Ci sono diverse letture sul primo turno delle elezioni anticipate francesi, indette dal presidente Emmanuel Macron dopo la sconfitta alle europee. Quel che è certo è che l’estrema destra di Marine Le Pen e Jordan Bardella ha vinto con il 34%, ma da qui a domenica prossima, 7 luglio, data del ballottaggio gli scenari che si aprono sono molti.

Come previsto l’estrema destra vince il primo turno delle elezioni in Francia: scenari per il ballottaggio

Per chi vive in Francia l’ondata nera è comunque uno shock, come testimonia il nostro corrispondente Lorenzo Battisti. Ma almeno il Rassemblement National non ha la maggioranza assoluta al primo turno, come qualcuno aveva ipotizzato.Il risultato potrebbe essere stato “calmierato” dall’alta affluenza al voto, pari al 66%, e dall’unità a sinistra, con il Nouveau Front Popoulaire, che è la seconda forza con il 28% dei consensi.

Ora gli scenari che si aprono sono molteplici e molto dipenderà da cosa decideranno di fare gli “sconfitti” al ballottaggio.La parola chiave che circola in queste ore è “desistenza”. Si tratta di un possibile patto tra sinistra e macroniani per scongiurare il trionfo definitivo dell’estrema destra al secondo turno.

ASCOLTA LA CORRISPONDENZA DI LORENZO BATTISTI: