Mario Draghi è intervenuto al Parlamento europeo per rassicurare sulla stabilità della crescita, ma il Quantitative Easing dovrà continuare perché l’euro è apprezzato sulle altre valute e l’inflazione stenta. Dopo i risultati del voto tedesco, i falchi potrebbero mollare la presa. In Italia incognita sulle richiesta di Bruxelles se si cancella l’aumento dell’iva. L’analisi dell’economista Giacomo Bracci.

ASCOLTA L’ANALISI DI GIACOMO BRACCI:

Articolo precedentePremio Maccio Capatonda 2011, cinema alla radio
Articolo successivoNon c’è pace per i centri sociali: ora rischia Vag61