Un’estate di musica nei giardini di via Filippo Re che da domani fino al 22 luglio ospiteranno la dodicesima edizione di BOtanique Festival.
Katia Giampaolo, direttrice di Estragon Club, ci ha raccontato i numerosi concerti di artisti nazionali e internazionali a cui potremmo assistere.

Venerdì 16 giugno inizia BOtanique Festival ai giardini Filippo Re

Anche questa estate BOtanique festival ci terrà compagnia per più di un mese dentro alla cornice verde di uno dei giardini più conosciuti del centro città con una programmazione veramente ampia che tiene conto di tutte le anime di Estragon Club, organizzatore dell’evento. Parola d’ordine di questa edizione è accessibilità, sia fisica agli spazi ma soprattutto economica.
Infatti è stato pensato per la prima volta un abbonamento di soli 10 euro che consente l’ingresso a tutte le serate e gli eventi della rassegna (sono esclusi quelli di partner terzi).
Ci dice Katia Giampaolo che “la mission di BOtanique è promuovere e valorizzare l’accesso alla cultura, soprattutto da parte dei più giovani, e durante un’estate così densa di eventi volevamo valorizzare l’accesso ai nostri concerti con un unico biglietto sempre valido ad un prezzo popolare“.
Inoltre dal 2019, è un festival totalmente “plastic free”, perché la plastica non verrà diffusa in alcuna forma all’interno dei giardini: l’acqua sarà distribuita da appositi impianti refrigerati, bicchieri e stoviglie saranno in materiali derivati da carta o organici, niente cannucce. L’area relax e la ristorazione, per quasi sei settimane, saranno il contorno e la cornice dei grandi eventi live e daranno la possibilità di spendere il tempo ascoltando il proprio artista preferito o godendosi la fresca aria serale tra un drink e i sapori dello street food. 

QUI IL PROGRAMMA COMPLETO:

16/06 Cristina Donà
17/06 Africa Unite
20/06 Erri De Luca e Sabrina Knaflitz
22/06 Sick Tamburo
23/06 Europavox: Indian Wells (IT); Mischa Blanos (RO); MNNQS (FR); Personal Trainer (NL)
24/06 Europavox: Erio (IT); Petite Noir (BE); Stuart Braithwaite (SCO); Zimbru (RO)
27/06 Giancane
28/06 The Comet Is Coming 
(prodotto da NOVA)
29/06 Zois
30/06 Mascarimirì
01/07 Iron Mais
02/07 Oumou Sangaré
 (prodotto da NOVA)
04/07 Grupo Compay Segundo
05/07 Clap Your Hands Say Yeah
06/07 Il Muro Del Canto
07/07 Kim Gordon
 (prodotto da NOVA)
08/07 España Circo Este
12/07 John Butler
 (prodotto da Barley Arts)
13/07 Boy Harsher (prodotto da NOVA)
14/07 Nada
15/07 Statuto
19/07 Newen Afrobeat
20/07 Maria Antonietta 
21/07 Brusco
22/07 Sibode DJ

Molto interessanti – ci spiega Katia – sono i due eventi Europavox, un progetto di cooperazione internazionale in collaborazione con altri Paesi europei (tra cui Francia, Belgio, Romania, Lituania, Austria, Croazia) che permette a giovani band e artisti emergenti di seguire festival itineranti in queste sette nazioni per portare in giro la loro musica.

Grazie alla collaborazione con l’Università di Bologna che ha concesso gli spazi, BOtanique fa parte di Bologna Estate 2023, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città metropolitana di Bologna – Territorio Turistico Bologna-Modena.

ASCOLTA QUI L’INTERVISTA A KATIA GIAMPAOLO DI ESTRAGON:

Articolo precedenteTornano i Giochi Antirazzisti, dove lo sport è inclusione
Articolo successivoAlluvione Emilia-Romagna: nessun sostegno agli stagionali, ma alle imprese sì