A pochi chilometri a nord di Modena c’è il comune di Soliera, che da anni ospita e organizza Arti Vive Festival portando grandi nomi della musica internazionale. Anche quest’anno il festival non si smentisce, con grandi nomi già annunciati e alcuni ancora da scoprire.

A Soliera e Modena tra il 4 e il 9 luglio all’insegna della grande musica arriva Arti Vive Festival

Si comincia martedì 4 luglio dai Giardini Ducali di Modena con il concerto degli Shame, una giovanissima band post-punk britannica proveniente dalla zona sud di Londra e attivi dal 2014. Dal vivo sono una bomba di energia e rabbia giovanile dei sobborghi di una grande metropoli. Insieme a loro sul palco dei Giardini Ducali ci sarà Heron King, italiano ma dalla vocazione blues-folk molto statunitense e i Korobu trio bolognese di post-rock alternativo molto interessante con un live esplosivo. In apertura il Dj Set di Laika Mvmnt.

Giovedì 6 luglio a Soliera arrivano The Notwist. The Notwist sono una band tedesca di musica elettronica, electro-pop, post-rock. Sono attivi dal 1989 e il primo album, dell’anno successivo, aveva sonorità metal, hardcore e grunge. Col tempo le sonorità della band sono cambiate, mantenendo una fortissima contaminazione di tutti i generi sperimentati in 34 anni di carriera. Prima di loro sul palco i Tristitropici, band di Soliera che con la sua musica strumentale e reiterata ha conquistato tutta la penisola, e Grosso Bernardo, creatura sfuggente, scrittore, cantautore e tanto altro.

Venerdì 7 luglio arriva sul palco CATT, all’anagrafe Catharina Schorling, cantautrice e polistrumentista tedesca classe 1995. Il suo secondo album Change è uscito a marzo 2023. Sempre venerdì 7 luglio sul palco ci sarà anche Miss Grit, polistrumentista e ingegnere del suono coreana-statunitense, all’anagrafe Margaret Sohn. Miss Grit ha da poco rilasciato il suo album di debutto Follow The Cyborg in cui si interroga su coscienza di sé, identità di genere e tecnologia. Sullo stesso palco anche il live di Sleap-e, polistrumentista eclettica anti-folk indie-rock, Assurditè, giovane cantautrice milanese che a sonorità più recenti e urban mescola sapientemente soul e jazz e Maura.

Sabato 8 luglio sarà la volta dei The Brian Jonestown Masscare, band californiana attiva dal 1990, precursori della neopsichedelia e del rock psichedelico di fine millennio. Sono sicuramente una delle band più attese considerando soprattutto l’ecletticità del leader Anton Newcombe. Ad aprire una musicista italiana dal sound internazionale: Ellen River e i Big Mountain County band romana di psycho rock.

Domenica 9 luglio Generic Animal e Colombre saranno gli headliner della serata con il loro sound indie psichedelico da un lato, più cantautorale dall’altro. Ad aprire un cantautore cesenate di nome Ugo Fagioli oltre agli Indigo, duo con la passione per gli anni ’90, scanzonati, danzerecci, frivoli e intriganti, nonostante pochi pezzi all’attivo hanno già vinto dei premi che li hanno portato in giro per lo stivale.

Ma non solo musica ad Arti Vive, giovedì 6 luglio infatti ci sarà anche la Stand Up Comedy di Nanni Mascema in Auanagana in Piazza Sitti. Nella stessa piazza anche “2023 caratteri (spazi esclusi)” un concorso a premi di microdrammaturgia. Venerdì 7 luglio Gioia Salvatori ci presenta il suo spettacolo “Cuoro”. Sabato 8 luglio ci sarà invece lo spettacolo dell’associazione Sosta Palmizi “Esercizi di Fantastica”. Domenica 9 luglio Marco Ceccotti ci racconta “come essere tristi e vivere felici” nel suo spettacolo sempre in Piazza a Soliera.

Programma:

Martedì 4 luglio 2023 — Modena, Giardini Ducali: Heron King – Korobu – Shame

Mercoledì 5 luglio – Soliera, Centro Storico: Teatro

Giovedì 6 luglio — Soliera, Centro storico: Tristitropici – Grosso Bernardo – The Notwist

Venerdì 7 luglio 2023 — Soliera, Centro storico: Maura – Sleap–e – Assurditè – Miss Grit – CATT

Sabato 8 luglio 2023 — Soliera, Centro storico: Ellen River – Big Mountain County – The Brian Jonestown Massacre

Domenica 9 luglio 2023 — Soliera, Centro storico: Ugo Fagioli – Indigo – Generic Animal – Colombre

Per ulteriori informazioni, consultare il sito.

ASCOLTA L’INTERVISTA ALL’ORGANIZZATORE DI ARTIVIVE MATTEO GOZZI:

Articolo precedenteMondo Convenienza, le violenze contro i lavoratori in sciopero per i diritti
Articolo successivoIl Passante anti-alluvione? Wu Ming: «È propaganda»