Scopri cosa fare stasera con il nostro contenitore culturale e l’agenda degli appuntamenti. In onda dal lunedì al venerdì alle 12.35 nella versione integrale e alle 18.50 nella versione flash.

Stasera a Bologna: questi gli appuntamenti previsti per martedì 2 febbraio:

POMERIGGIO

INCONTRI

Alla Libreria Coop. Ambasciatori di via Orefici 19, alle 18.00, presentazione del libro “Je sto vicino a te” di Nello Daniele e Antonio G. d’Errico, libro omaggio a Pino Daniele. Ne parla con gli autori Emilio Marrese.

SERA

MUSICA

Alla Cantina Bentivoglio di via Mascarella 4/b, in collaborazione con “Vigna e Concerto Music”, concerto di The Leading Guy Folk Songwriter.

Al Barazzo Live di via del Pratello 66, alle 21.00, serata di musica e baile flamenco con i FlamencaSon.

Al Bravo Caffè di via Mascarella 1, alle 21.30, la cantautrice Roberta Giallo presenta la rassegna “Martedì in Giallo” che ogni due settimane accoglierà band, interpreti e cantautori emergenti provenienti da tutta Italia.

TEATRO

Al Teatro EuropAuditorium di Piazza della Costituzione 4, alle 21.00, spettacolo “Opus Cactus” dei Momix.

CINEMA

Al Cinema Lumière di piazzetta Pasolini 2/b, alle 17.30 proiezione di “Il grande dittatore” di Charlie Chaplin. Alle 18.00 e alle 21.30 proiezione di “The hateful eight“. Alle 20.00 proiezione di “Easy Rider” di Dennis Hopper. Alle 20.00 e alle 22.30 proiezione di “Il labirinto del silenzio“. Alle 20.00 proiezione di “Dio esiste e vive a Bruxelles“. Alle 22.00 proiezione di “Revenant- Redivivo“. Alle 22.15 proiezione di “Strada a doppia corsia” di Monte Hellman.

Al Cinema Europa di via Pietralata 55, alle 21.15, Kinodromo presenta la proiezione di “Soy Cuba” di Mikchail Kalatozov.

Al Cinema Odeon di via Mascarella 3, alle 17.45 e alle 21.00, seconda proiezione del film omaggio a Ettore Scola “Ridendo e scherzando” realizzato dalle figlie Silvia e Paola Scola. Alle 18.45 e alle 21.00, proiezone del film documentario “Goya- Visioni di carne e sangue” di Bickerstaff.

Articolo precedentePremio Maccio Capatonda 2011, cinema alla radio
Articolo successivoNon c’è pace per i centri sociali: ora rischia Vag61