”ratm”/

Il 16 giugno del 1901, a Livorno, nasceva la Fiom. A Bologna il compleanno verrà celebrato con una tavola rotonda alla presenza di Maurizio Landini, nella mattinata di giovedì, mentre dal pomeriggio e per il giorno successivo la festa si sposta alle Caserme Rosse. Musica con Gang e Fev, mostre sulla storia del sindacato e del pacifismo bolognese, riflessioni e tavola calda.

Si svolgerà il 16 giugno – giorno esatto del 115° compleanno – e il 17 giugno la festa della Fiom, il sindacato dei metalmeccanici della Cgil, che nacque a Livorno il 16 giugno del 1901. La sezione bolognese del sindacato celebrerà l’anniversario con una tavola rotonda in Sala Borsa, che si svolgerà nella mattina di giovedì e a cui prenderà parte anche Maurizio Landini. Dal pomeriggio e per tutto il venerdì, invece, la festa si sposterà alle Caserme Rosse di Corticella, dove ci saranno musica, con concerti di Gang, Fev, Tumbleweed e Mulini a Vento, mostre, aperitivi e tavola calda.

“Noi siamo una confederazione – sottolinea ai nostri microfoni Alberto Monti, segretario della Fiom di Bologna – e non abbiamo mai voluto essere un settore, perché abbiamo voluto mettere insieme diversi settori di lavoro industriale nelle aziende metalmeccaniche”.
Una lunga storia che continua e che, osserva Monti, oggi deve fronteggiare anzitutto il tema delle condizioni di vita e di lavoro delle persone che il sindacato rappresenta. Agli attacchi ai diritti e alla democrazia sul luogo di lavoro, operati anche da questo governo, la Fiom risponde con lo strumento della contrattazione e facendo esprimere gli stessi lavoratori sugli accordi presi.

Per il programma completo della festa clicca qui.