Radio Città Fujiko ha raccolto le esperienze creative indipendenti nel contest “Vieni Avanti Creativo”, che vede oggi la partecipazione di c4m, il progetto di autoproduzione musicale nato a Bologna nel 2012, che mira all’attivazione di un circuito musicale autonomo e alternativo.

C4m nasce quattro anni fa, riproponendo il “D.I.Y.” (Do It Yourself), etica promossa dalla cultura punk negli anni ’80, a sostegno dell’autoproduzione musicale. Oggi grazie al web, le possibilità si sono ampliate notevolmente e la volontà di attivare questo circuito è legata alla necessità di diffondere un modello di distribuzione musicale autonomo e alternativo.

Il progetto è reso possibile dalle registrazioni “casalinghe”, di strumenti, voci e oggetti; il sito funge da vero e proprio archivio per tutte le produzioni realizzate da membri e collaboratori, che sviluppano audio pensati come basi per: video, performances, spettacoli teatrali, installazioni etc. L’intento principale è quello di creare un punto di riferimento per chiunque abbia bisogno di musica da adattare ai propri lavori, senza dover incorrere in ostacoli legali come copyright, S.I.A.E. e quant’altro.

Ogni traccia depositata nel sito/archivio, sarà autorizzata all’uso dall’autore stesso, grazie alle licenze “Creative Commons”. Ogni licenza, verrà codificata con un’icona applicata alla traccia, alla quale si farà riferimento, per capire, cosa l’autore autorizza ai licenziatari che ne usufruiranno. Grazie a queste licenze la traccia potrà essere modificata in modo legittimo, creando un continuo “work in progress” che amplia di volta in volta le soluzioni musicali proposte.

Il circuito di autoproduzione musicale c4m è dunque uno spazio aperto a chiunque volesse esprimere e condividere la propria idea, in un contesto di continua trasformazione che va di pari passo con la rete.

Ascolta l’intervista