Un’edizione tutta centrata sui temi dell’educazione, per la “Città delle Bambine e dei Bambini”, giunta quest’anno alla sua terza edizione. Dal 16 novembre mostre, spettacoli e convegni per adulti e bambini.

In occasione del XXIV anniversario della Convenzione internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, Bologna organizza numerosi eventi, che quest’anno si concentrano sul XXIX articolo della Convenzione, e quindi sull’importanza dell’educazione nella formazione della personalità e dell’identità dei cittadini più giovani.

Una pluralità d’incontri: mostre (“Io, io, io…e gli altri?”, “Forte come un orso”, “Favole al telefono”), spettacoli ( Quando i portici erano di legno) e convegni, che mirano a intrattenere e coinvolgere bambini e adulti, passando anche attraverso le scuole.

Per i più grandi la manifestazione si aprirà al Teatro Testoni Ragazzi sabato 16 (ore 9.30-17.30) con il Convegno “Outdoor education – L’educazione sicura” promosso, in primis, dal professore di pedagogia Roberto Farnè. Attenzione anche per l’adolescenza e per il Web, sempre più importante nella formazione delle giovani identità (non mancheranno riferimenti all’episodio accaduto ai Giardini Margherita a settembre).

Irene Usardi