Gli hacker di Anonymous hanno attaccato e mandato offline il sito del Comune di Bologna in solidarietà con chi manifesta per il diritto all’abitare e contro gli sgomberi. L’azione annunciata su Twitter.

Anonymous: Sito del Comune in Tilt

Mentre per le vie del centro sfilano i centri sociali che rivendicano il diritto all’abitare e si oppongono a sfratti e sgomberi, il collettivo di hacker Anonymous ha dato vita ad un attacco informatico al sito del Comune di Bologna.
Gli stessi hacker hanno rivendicato l’azione attraverso il proprio profilo Twitter, dove viene citato anche un verso della canzone “Dimmi bel giovane”, in particolare quello che dice “la casa è di chi l’abita, è un vile chi lo ignora”.
Il sito del Comune di Bologna non risultava effettivamente non raggiungibile. Il servizio è stato ripristinato intorno alle 20.15.

Articolo precedentePremio Maccio Capatonda 2011, cinema alla radio
Articolo successivoNon c’è pace per i centri sociali: ora rischia Vag61