Radio Città Fujiko

Una legge per rendere sicure le scuole italiane

La proposta di legge di Save The Children e Cittadinanzattiva.


di redazione
Categorie: Istruzione, Politica
scuola-terremoto-amatrice.jpg

Save The Children e Cittadinanzattiva chiedono a gran voce una legge per rendere sicure le scuole italiane. L'ormai cronico problema degli istituti scolastici non a norma è arrivato così nelle Aule del Parlamento nella mattina del 2 aprile, grazie a un Manifesto in 9 punti di cui abbiamo parlato con la coordinatrice advocacy di Save The Children Giusy D'Alconzo.

Per capire bene le dimensioni dell'insicurezza delle scuole italiane si può fare un esperimento. Basta andare nella sezione "notizie" di un motore di ricerca e digitare le parole "crolla soffitto scuola" o formule simili.
I risultati che usciranno fanno impressione: una miriade di episodi che hanno comportato il ferimento di alunni e docenti o si sono fortunatamente verificati senza conseguenze per pure coincidenze.
Da un rapido conteggio attraverso le segnalazioni della stampa, sono una dozzina i casi registrati solo nei primi tre mesi del 2019. E il problema riguarda tutto lo Stivale, da nord a sud.

Ma il problema dell'edilizia scolastica non è affatto una novità di quest'anno, e infatti nel presentare sul proprio sito l'inziativa Save The Children sottolinea come a 10 anni dal terremoto che ha colpito L’Aquila e i quasi 60 comuni del cratere, 17.187 edifici scolastici si trovano in aree con una pericolosità sismica alta (zona 1) o medio-alta (zona 2) e circa 4 milioni e mezzo di studenti tra i 6 e i 16 anni vivono in province in tutto o in parte rientranti in queste aree. Ma il tema dell’insicurezza delle scuole non riguarda le sole aree a rischio sismico: basti pensare che solo il 53,2% degli edifici scolastici in tutta Italia possiede il certificato di collaudo statico e il 53,8% non ha quello di agibilità o abitabilità, e che dall’inizio dell’anno scolastico 2018-2019 ogni tre giorni si sono registrati episodi di distacchi di intonaco e crolli (47) all’interno di edifici scolastici. Un vero e proprio record degli ultimi 5 anni, per un totale di oltre 250 episodi dal 2013 .

È comprensibile, quindi, perché Save The Children e Cittadinanzattiva chiedano una legge per garantire "Scuole sicure per tutti". Lo hanno fatto nella mattinata di martedì 2 aprile, presentando un manifesto in 9 punti per una proposta di legge. "Perché ci siamo resi conto - spiega la coordinatrice advocacy di Save The Children Giusy D'Alconzo - che la legislazione esistente applicabile sulla sicurezza delle scuole non ruota intorno al diritto degli studenti a essere sicuri a scuola. Di diverse legislazioni applicabili, sulla sicurezza dei luoghi di lavoro e altre, ma nessuna mette al centro il diritto dei bambini, il diritto degli studenti ad essere in aule e in scuole sicure, confortevoli a anche senza barriere architettoniche e a deguate alla didattica. Allora abbiamo immaginato un diritto alla sicurezza scolastica che copra tutti gli aspetti, perché andare a scuola è un diritto ma è anche un obbligo dai 6 ai 16 anni. E di conseguenza le scuole non possono che essere sicure, devono essere sicure".

ASCOLTA LE PAROLE DI GIUSY D'ALCONZO:

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]