Radio Città Fujiko»Notizie

8 marzo: la marea femminista è più forte delle "tempeste emotive"

Il terzo sciopero femminista lanciato da Non Una di Meno.


di redazione
Categorie: Movimento, Donne
IMG-20190308-WA0041.jpg

Tantissime donne (ma anche uomini) stanno già partecipando allo sciopero femminista dell'8 marzo lanciato da Non Una di Meno. Nel pomeriggio i cortei con cui la "marea femminista" lancerà un messaggio contro violenza di genere e sessismo. IL RACCONTO PER IMMAGINI E VOCI DELLA GIORNATA DI BOLOGNA.

Dalle attenuanti ad assassini di donne, che sarebbero stati in preda a "tempeste emotive", all'ignobile manifesto della Lega di Crotone, che suggerisce come la violenza di genere sia conseguenza dell'autodeterminazione e di un "atteggiamento rancoroso" della donna nei confronti dell'uomo. Fino alle caramelline al limone "generosamente" offerte da Trenitalia alle passeggere facoltose.
Sono solo tre degli affronti e degli insulti quotidiani che le donne subiscono nella società italiana e non solo. Una punta di un iceberg di sessismo che danno ragione da vendere allo sciopero femminista che Non Una di Meno propone da tre anni a questa parte nella giornata dell'8 marzo.

ASCOLTA L'INTERVISTA A FRANCESCA DI NUDM BOLOGNA:


ASCOLTA L'INTERVISTA A MARTA DI NUDM BOLOGNA:


Una festa che si era ridotta quasi esclusivamente ad un'occasione di business per la vendita di mimose e di serate di dubbio gusto a base di spogliarelli, grazie al movimento femminista di portata globale ha acquistato un nuovo significato ed è diventato un'occasione di lotta contro le discriminazioni e la violenza.
In tante città d'Italia oggi sono previste iniziative connesse allo sciopero, che si svolge nonostante il rifiuto dei sindacati confederali di dare copertura alla protesta.

LE IMMAGINI DELLA MATTINATA BOLOGNESE DI NON UNA DI MENO:
8 marzo - Bologna - Mattina 

Fin dalla mattina, a Bologna, piazza Maggiore e piazza Nettuno si sono riempite del colore fucsia, scelto da Non Una di Meno, e di tante attività, da lezioni in piazza a gazebo di autoformazione, fino allo yoga.
Alle 13.00 la manifestazione si è spostata in piazza Verdi, dove è in corso un pranzo sociale. Un momento di riposo e condivisione necessario a riprendere le forze per il corteo di questo pomeriggio, che partirà alle 17.00 da piazza XX Settembre.

LE IMMAGINI DEL PRANZO SOCIALE IN PIAZZA VERDI:
8 marzo - Bologna - Pranzo sociale 

Non Una di Meno, però, guarda già anche oltre la giornata attuale. In particolare l'attenzione è puntata su Verona dove, dal 29 al 31 marzo, si svolgerà il convegno internazionale delle famiglie anti-gender, a cui parteciperanno i ministri Fontana e Bussetti, assieme al senatore Pillon ed altri esponenti del mondo della destra estrema e antiabortista.
Il movimento femminista darà vita ad una serie di contro-iniziative e anche da Bologna partiranno i pullman alla volta della città veneta. Athena, Babs e Marta di Non Una di Meno Bologna ne hanno parlato ai microfoni della nostra Anna Uras.

ASCOLTA L'INTERVISTA AD ATHENA, BABS E MARTA:


Il concentramento per il corteo pomeridiano era alle 17.00 in piazza XX Settembre, ma studentesse e studenti si sono date appuntamento prima in piazza Verdi. Il presidio nel cuore della zona universitaria era stato chiamato anche per impedire un'iniziativa di Fratelli d'Italia, che doveva prevedere anche la presenza della leader nazionale Giorgia Meloni. In realtà, l'iniziativa del partito di estrema destra non è mai stata autorizzata e Meloni non si è vista.

GUARDA LE IMMAGINI DEL CONCENTRAMENTO STUDENTESCO VERSO IL CORTEO:
8 marzo - Bologna - Studentesse 

Da piazza XX Settembre, luogo del concentramento del corteo pomeridiano, la nostra Anna Uras ha raggiunto anche Anna Pramstrahler della Casa delle Donne per non subire violenza di Bologna, che ha ricordato anche come i diritti acquisiti dalle donne non siano garantite per sempre - come nel caso dell'aborto o dell'incolumità - per cui è necessario continuare a lottare.

ASCOLTA L'INTERVISTA AD ANNA PRAMSTRAHLER:

La giornata bolognese di lotta si è conclusa col corteo partecipatissimo, che ha attraversato le strade del centro. Una marea femminista più forte di qualunque tempesta emotiva utilizzata per giustificare la violenza sulle donne.

GUARDA LE IMMAGINI DEL CORTEO BOLOGNESE DI NON UNA DI MENO:

8 marzo - Bologna - Corteo 

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]