””/

Il progetto fotografico, in mostra dal 3 al 5 Ottobre a Ferrara alla residenza municipale, mette al centro il problema degli abusi di polizia

Questa mattina ai microfoni di Breakfast Club è stata ospite Claudia Guido, fotografa ritrattista, che domani dalle 17:30 a Ferrara prensenterà alla residenza municipale la prima tappa della sua mostra “Licenza di Tortura”. La mostra è inserita all’interno della Festa  della legalità e responsabilità che si terrà in varie zone della città dal 3 al 6 Ottobre.

Dopo aver visto “E’ stato morto un ragazzo” di Filippo Vendemmiati e aver letto “Vorrei dirti che non eri solo” di Ilaria Cucchi, sorella di Stefano, Claudia ha iniziato il suo viaggio che la ha portata a conoscere tanti parenti e vittime degli abusi di polizia.
I ritratti di Patrizia Moretti, Ilaria Cucchi, Grazia Serra, Lucia Uva e tanti altri, con le didascalie Dean Buletti (Chi l’ha visto), Cinzia Gubbini (Il Manifesto) e di Checchino Antonini (Liberazione) rimarranno esposte fino al 15 Ottobre.

L’esposizione vuole cercare di mantenere vivo il dibattito sull’istituzione del reato di tortura a ampliare il dibattito pubblico. “Siamo tutti Aldrovandi, perché quello che è successo a lui potrebbe capitare a ognuno di noi” afferma Claudia ai nostri microfoni. “di questi temi si parla poco ed è ancora necessario molto impegno per chiedere verità a giustizia”.