Le Aldini-Valeriani ospiteranno, dal 27 al 29 novembre, la decima edizione di Handimatica, la mostra-convegno sulle tecnologie digitali a favore di persone con disabilità. Dalle città al lavoro, dalla scuola alla casa, il digitale, anche open source, può aiutare a superare le difficoltà e ottenere maggiore autonomia. Tra gli ospiti Alex Zanardi.

Sarà l’Istituto Aldini-Valeriani di Bologna ad ospitare la decima edizione di Handimatica, la mostra-convegno sulle tecnologie digitali a favore di persone con disabilità, promossa dalla Fondazione Asphi, che ogni due anni riunisce esperti, aziende, operatori e famiglie del settore.
Dal 27 al 29 novembre, tre giorni per fare il punto su quali strumenti la ricerca e il mercato offrono oggi e quali prospettive ci sono per il futuro in cui l’handicap fisico o cognitivo avrà un impatto sempre minore sulla vita delle persone.
Ospite d’eccezione di questa edizione sarà Alex Zanardi, il pilota che, dopo l’incidente in cui perse le gambe, da anni sta collezionando successi sportivi in molte discipline.

I temi presi in esame sono molti, come molte sono le situazioni in cui la vita di un disabile presenta ostacoli da superare. Si parlerà, ad esempio, di Smart City nel convegno di apertura, intitolato “Città intelligenti, città a misura di tutti? L’inclusione al tempo delle smart city“, in cui si farà il punto su barriere architettoniche e dispositivi miniaturizzati, reti, smartphone, wearables che devono essere fatti su misura delle persone.
Disabilità e lavoro verranno affrontati venerdì, in un convegno che vedrà la partecipazione del ministro Giuliano Poletti e che si pone l’obiettivo di promuovere la valorizzazione delle persone con disabilità in azienda e stimolare alleanze per lo sviluppo di nuove tecnologie, utili ad autonomia e partecipazione di tutti i lavoratori.

E ancora: si discuterà di come migliorare la qualità della vita, visto l’allungamento della stessa e si illustreranno alcune tecnologie per affrontare problemi come autismo, dislessia e discalculia.
Di qui, il passo per affrontare il tema della scuola e della formazione è breve ed infatti venerdì si terrà una tavola rotonda intitolata “Scuola digitale inclusiva: imparare con i piedi per terra e la testa tra le nuvole“.
Ma le competenze digitali non sono solo richieste agli esperti del settore o agli insegnanti: tutti noi ne abbiamo bisogno ogni giorno ed è per questo che Handimatica fornirà informazioni sulle certificazioni europee, in particolare sulla nuova ECDL.

Se il ricco programma di convegni e laboratori offre occasioni per informarsi e confrontarsi, nell’area espositiva si ha la possibilità di incontrare aziende fornitrici di tecnologie, potendo vedere, toccare, provare, chiedere approfondimenti sulla propria esigenza. La presenza di svariate associazioni consente anche di conoscere realtà cui rivolgersi o con le quali fare rete, mentre l’area ricerca offre l’opportunità di uno sguardo a ciò che bolle in pentola e sarà pronto nel prossimo futuro. La “stanza delle app” e il “fab lab” saranno animate in particolare dai giovani.