”ratm”/

La mercificazione della cultura raggiunge una nuova frontiera. Einaudi regala ai lettori un telo da mare con l’acquisto di due libri, tra cui spicca la produzione di Primo Levi, non esattamente “da spiaggia”. L’iniziativa in tutte le librerie che vendono volumi della casa editrice.

Questa estate leggi i Tascabili Einaudi, ogni due libri ricevi sempre come premio sicuro un telo mare, del valore di 18 euro”. È così che la celebre casa editrice di Torino spiega la promozione rivolta ai lettori che ha lanciato per questa estate. In tutte le librerie che vendono le opere della casa editrice, infatti, è possibile trovare libri che riportano sulla copertina un tipico bollino promozionale, che ricorda l’iniziativa.

Tra i titoli che la stessa Einaudi mette in primo piano come possibili acquisti per avere in regalo l’accessorio da spiaggia, però, spiccano “Se questo è un uomo” e “I sommersi e i salvati”, libri di Primo Levi in cui l’autore, sopravvissuto ai campi di sterminio, racconta e riflette sulla tragedia dei lager e sui totalitarismi del ‘900. Non esattamente ciò che si definisce “lettura da spiaggia”.

Se da un lato può sembrare interessante promuovere la lettura di libri impegnati anche sotto l’ombrellone, è però la mercificazione rappresentata dalla promozione commerciale ad aver fatto storcere il naso a qualcuno, che sui social network ha commentato ironicamente l’iniziativa.
Forse all’Einaudi hanno preso troppo sul serio le parole dell’ex ministro Tremonti, che affermò che con la cultura non si mangia, e forse hanno pensato di spingere la letteratura attraverso il traino della riviera.