Il corpo, lo spazio, la comunità: 27 quadri coerografici per il Vangelo secondo Matteo firmati da Virgilio Sieni

Daniela Tripputi, per la sua ttrasmissione “Enarmonie” (sabato ore 8.30), ha intervistato Virgilio Sieni, affermato coerografo a livello internazionale e direttore a Venezia di Biennale Danza 2014 Mondo: novo gesto, luogo, comunità.

Ascolta le parole di è stato descritto comeProtagonista della scena contemporanea italiana a partire dai primi anni ’80, Virgilio Sieni (Firenze, 1957) è oggi coreografo e danzatore conosciuto a livello internazionale, “tra i pochissimi capaci tramite il movimento di dar vita a composizioni che parlano ancora dell’“umano”, delle sue debolezze e fragilità” (Goffredo Fofi) e “le cui opere si offrono come un pensiero in forma di danza e sulla danza” (Roberto Giambrone).”  (http://www.labiennale.org/it/danza/direttore/)

Articolo precedentePremio Maccio Capatonda 2011, cinema alla radio
Articolo successivoNon c’è pace per i centri sociali: ora rischia Vag61