Risparmiare sul costo della casa autocostruendosela. È il progetto di autorecupero “Una casa fai da te” dell’associazione Xenia. Il mutuo finanziato al 90% da Banca Etica.

L’accesso alla casa a Bologna, come si sa, rappresenta un problema e non solo per le fasce più povere della popolazione. Anche la classe media, in epoca di crisi, incontra difficoltà nel settore abitativo.
L’associazione Xenia gestisce un progetto di autorecupero, intitolato “Una casa fai da te“, che riguarda 20 alloggi a Bologna, in particolare in vicolo dei Prati, via Mondolfo e via Roncaglio.
Gli alloggi risponderanno ai criteri antisismici e, visto l’interesse storico degli immobili, verranno demoliti e ricostruiti uguali.

Il meccanismo dell’autorecupero prevede che, attraverso il lavoro in cantiere del futuro proprietario, il costo dell’abitazione possa scendere dai 2500 euro al metroquadro, valore di mercato, a 1750 euro.
Le persone che partecipano al progetto saranno opportunamente formate, sia sulla sicurezza sul lavoro che per i lavori che andranno a svolgere, per i quali saranno affiancati da tutor ed esperti.
Per partecipare occorre essere un cittadino o una famiglia residente per anagrafe o per sede lavorativa a Bologna, avere un Isee inferiore ai 60mila euro e non possedere immobili di proprietà nei Comuni limitrofi a Bologna (San Lazzaro, Castenaso, Granarolo, Castel Maggiore, Calderara, Anzola Emilia, Zola Predosa, Casalecchio, Sasso Marconi, Pianoro).

Le abitazioni sono di proprietà del Comune, che le cede ad un terzo del valore stimato. Banca Etica, partner finanziario del progetto, erogherà un mutuo ipotecario del 90% del costo dell’alloggio, che i futuri proprietari inizieranno a pagare solo a termine dei lavori.
Per avere informazioni sul progetto è possibile contattare l’associazione Xenia ai numeri 051-6350774 o 337-1097438 o sul sito www.autorecupero.org.