Arriva la sentenza per il processo d’appello per l’uccisione di Federico Aldrovandi. Le condanne di 3 anni e 6 mesi per i quattro agenti che lo uccisero sono state confermate.

Paolo Forlani, Monica Segatto, Enzo Pontani e Luca Pollastri, i quattro agenti che la notte del 25 settembre 2005 fermarono Federico Aldrovandi, sono gli responsabili della morte del 18enne ferrarese. È quanto dice la sentenza del processo d’appello, tenutosi a Bologna, che ha confermato il verdetto di omicidio emesso in primo grado e la durata della pena: 3 anni e sei mesi.

Questa mattina l’avvocato difensore, Gabriele Bordoni, aveva chiesto l’assoluzione, mentre lunedì scorso il procuratore generale Miranda Brambace aveva chiesto la conferma delle condanne di primo grado, raccomandando che agli agenti non fossero concesse le attenuanti generiche. Tesi ribadita anche oggi dall’avvocato di parte civile, Fabio Anselmo, che si era mostrato ottimista sul verdetto. Il giudice, a quanto pare, gli ha dato ragione. Ed i primi commenti arrivati dalla famiglia sono di soddisfazione: “Questa è giustizia”.