Tutto pronto per l’inizio della prima serata di Suner Festival che questa sera ospiterà lə primə ospiti di questo grande evento virtuale. Dalle 18 di questa sera si accenderanno dopo tanto tempo le luci di un palco e questa volta potremo finalmente ascoltare della musica live. Un evento ‘Take away’ dove la musica, la grande protagonista di queste serate, verrà virtualmente portata nelle nostre case. 13 Band, 13 Residenze, 37 circoli Arci e più di 40 palchi coinvolti per un unico grande progetto musicale che ci permetterà di rivivere, anche se in forma diversa dal solito, l’emozione di un concerto.

Questa sera dalle 18 “Quando tutto diventò blu” di Alessandro Baronciani con Corrado Nuccini, L’Angelo, Franchetti & Grabe, LE IENE, TUGO e Zyp apriranno le danze. Nella giornata di domani invece sarà il turno di “Superman” del Duo Bucolico con I Camillas, Fosco17, Rumba de Bodas, Niente e Luca Annoni.
Per seguire la diretta invece basterà sintonizzarsi dalle 18 alle 19.30, sulle pagine Facebook di Suner e dei Circoli Arci coinvolti, sul canale YouTube di Arci Nazionale. Sarà inoltre possibile ascoltare su Radio città Fujiko la diretta in differita dalle ore 21 del 18 e 19 marzo.

Suner Festival: Ready to play

Marco Pignatiello, responsabile della cultura Arci Bologna, ha raccontato ai microfoni di Radio Città Fujiko come “Questo progetto doveva portare a fare 108 date tra la regione Emilia Romagna e i live club sparsi per l’Italia. La pandemia ha stroncato il mondo della musica dal vivo e arrivare a questa due giorni è anche per noi una boccata d’aria”. La voglia e l’esigenza di partire è quindi tanta e finalmente stasera si va in scena. Uno di tanti eventi che si aggiunge alle manifestazioni che durante quest’anno di pandemia hanno cercato di rendere visibile la tragica situazione che tutte le persone che lavorano nel settore musicale stanno vivendo.

La musica come tanti altri settori ha sicuramente bisogno di ripartire e Suner Festival, in mezzo al vuoto di palchi e locali chiusi, rappresenta un piccolo passo verso quella riapertura che tuttə aspettiamo. Lo streaming è diventato di fatto uno strumento strategico di fruizione anche musicale, ma la musica è sicuramente fatta con i corpi. Nell’attesa di tornare con i corpi a vivere un concerto, mettiamoci comodə sul proprio divano di casa e godiamoci Suner Festival: Ready to play!

ASCOLTA L’INTERVISTA A MARCO:

Articolo precedenteCapitan Catastrofe è il nuovo ospite di The Show Must Go On
Articolo successivoThis is Playlist, un’antologia musicale a fumetti