Terrorismo, mafie e Pasolini: sono gli ingredienti al centro della nona edizione di Politicamente Scorretto, la rassegna ideata da Carlo Lucarelli, che si svolgerà dal 20 novembre al primo dicembre.

Ritorna Politicamente Scorretto, la rassegna di Casalecchio delle Culture, in collaborazione con Libera e Avviso Pubblico e diretta da Carlo Lucarelli.
Per il nono anno, la rassegna torna con appuntamenti e riflessioni sull’attualità, dalle strategie del terrorismo dietro i fatti di Parigi alle le Ecomafie e al processo Aemilia, dai beni confiscati alle mafie al “Caso Pasolini”. Tutti argomenti da guardare e analizzare doverosamente con un occhio curioso, capace di azzardi di pensiero e di fuoriuscita dal luogo comune.

“Essere politicamente scorretti – spiega Lucarelli – significa tantissime cose. Intanto non accontentarsi delle prime cose che vengono raccontate, guardarci meglio e guardarci più a fondo. Una volta significava metterci un sacco di passione. Adesso significa metterci la passione giusta. Non lasciarsi prendere dalla pancia ma avere il coraggio di fermarsi di di guardare oltre”.

A partecipare a questo appuntamento culturale, che comincerà il 20 novembre e si protrarrà fino al primo dicembre, con un agenda costellata di eventi, molti soggetti riconosciuti nel loro impegno. Tra questi, Melamangio, azienda che si occupa della ristorazione scolastica, che ha inaugurato il “Pranzo della Legalità”. Un pasto etico, così definito perché composto esclusivamente da prodotti curati da Liberaterra.

I temi verranno affrontati, come è nella cifra di Politicamente Scorretto, coi linguaggi della letteratura, del teatro, della musica, del video e del giornalismo. Saranno oltre 40 gli ospiti che animeranno i 20 appuntamenti: proiezioni, spettacoli teatrali, performance musicali, incontri, dibattiti e anche appuntamenti enogastronomici, il tutto nel segno della promozione della cultura della legalità e dell’impegno civile.

Per il programma completo clicca qui.

Valeria Paci