Scopri cosa fare stasera con il nostro contenitore culturale e l’agenda degli appuntamenti. In onda dal lunedì al venerdì alle 12.35 nella versione integrale e alle 18.50 nella versione flash.

Stasera a Bologna: Questi gli appuntamenti previsti per martedì 20 ottobre:

POMERIGGIO

INCONTRI

Presso le librerie.coop Zanichelli, in Piazza Galvani 1, si terrà alle 18.00 la presentazione del libro di Paolo Valesio “Storie del testimone e dell’idiota”.

Presso invece le librerie.coop Ambasciatori, in via Orefici 19, Otto Gabos parlerà del suo nuovo libro “L’illusione della terraferma”.

In biblioteca Salaborsa di piazza del Nettuno 3, alle ore 17.15 fino a venerdì 23 ottobre, si terranno in occasione del Festival della Storia le visite gratuite agli scavi (è richiesta la prenotazione).

Al Vag, in via Paolo Fabbri 110, si terrà a partire dalle 17.30 il mercatino biologico CampiAperti.

Alle ore 18.00, in piazza Scaravilli, si terrà il reading dal libro “Razza Partigiana, storia di Giorgio Marincola” con Antar Mohammed Marincola, nipote di Giorgio.

Presso via Zamboni 38, alle ore 18.30, sarà presentato “Storie di Gap” di Santo Peli, alla presenza dell’autore.

CINEMA

La Cineteca di Bologna di Via Azzo Gardino 65 propone, per la rassegna pomeridiana, i seguenti film: “Io sono Ingrid” (ore 16.00 e ore 18.10), “I corti di Bellocchio” (ore 17.45, con introduzione dello stesso regista), “The Lobster” (17.45).

SERA

CINEMA

La Cineteca di Bologna di via Azzo Gardino 65 propone, per la rassegna serale, i seguenti film: “I pugni in tasca”, alle ore 20.00 (presentato dallo stesso regista, Marco Bellocchio), “The martian” alle ore 20.00, “Io sono Ingrid” alle 20.20 e alle 22.30, “Sangue del mio sangue” alle 22.15, e infine “The Lobster” alle 22.30

INCONTRI

Presso la libreria Modo Infoshop in via Mascarella 24/b, alle ore 21.00, si terrà l’incontro “Scrivere con gli archivi” – “Home movies incontra Wu Ming”, durante il quale verrà presentato un innovativo software per il database cinematografico.

Articolo precedentePremio Maccio Capatonda 2011, cinema alla radio
Articolo successivoNon c’è pace per i centri sociali: ora rischia Vag61