Radio Città Fujiko»Notizie

Il lavaggio strade come nuova frontiera anti-bivacco

Il Consiglio comunale di Bologna approva a larghissima maggioranza la proposta del consigliere forzista.


di Alessandro Canella
Categorie: Politica
LavaggioStrade.jpg

Pd, M5S e Lega approvano in Consiglio comunale a Bologna un odg presentato da Forza Italia che indica nel lavaggio delle strade di piazza Verdi e zone limitrofe uno "strumento utile a dissuadere la permanenza sino a notte fonda degli avventori delle attività presenti in loco". Contraria solo Coalizione Civica. Clancy: "Odg molto miope".

Gli spazzoloni rotanti e i getti d'acqua dei veicoli che lavano le strade come misura "anti-bivacco". È quasi unanime il Consiglio comunale di Bologna nell'approvare l'odg presentato dal forzista Marco Lisei, che apre ad una nuova frontiera della lotta al chiasso e al degrado.
Ieri l'aula di Palazzo D'Accursio ha approvato il documento, che ha messo d'accordo Pd, Lega e M5S nel contrasto alla movida a suon di detergente. Unico voto contrario quello dei consiglieri di Coalizione Civica.

Il proposito è esplicitato in modo chiaro, individuando nel lavaggio delle strade, anticipato in un orario in cui sono ancora presenti persone per le strade, uno "strumento utile a dissuadere la permanenza sino a notte fonda degli avventori delle attività presenti in loco". L'odg, dunque, invita invita la Giunta ad "attivarsi con Hera e con il Tavolo per l'ordine e la sicurezza affinché si proceda al lavaggio il prima possibile con passaggi ripetuti".

Gli emendamenti proposti al testo originario da parte della maggioranza non riguardavano il merito dello strumento individuato, ma una precisazione sull'operato dell'Amministrazione e sulla salvaguardia degli operatori Hera. Le modifiche proposte e recipite dal consigliere dem Raffaele Persiano, infatti, sottolineano che l'Amministrazione ha programmato nel periodo estivo attività culturali in piazza Verdi e dintorni ed ha in programma un'estensione temporale. Quanto agli operatori ecologici, è importante che il lavaggio delle strade venga effettuato con particolare attenzione alla loro salvaguardia e sicurezza.

Il primo firmatario dell'odg, il forzista Lisei, ha sottolineato che il lavaggio delle strade "è uno strumento utile e non l'unico". La Lega, per bocca della capogruppo Francesca Scarano, esulta dicendosi favorevole a qualunque cosa "che faccia in modo che i cittadini possano riposare di notte".
La pratica, in realtà, è già in uso in alcuni Stati europei. Ad esempio in Spagna, dove i bivacchi dei giovani vengono sgomberati a suon di idranti per pulire le strade.

"Un odg molto miope - ha commentato ieri e ribadito ai nostri microfoni Emily Clancy, consigliera di Coalizione Civica - Ogni volta si tenta di intervenire su piazza Verdi con soluzioni-tampone, ma che non affrontano in modo complessivo e non governano i problemi di quella zona".
Clancy lamenta che le proposte avanzate da Coalizione Civica sul tema, come ad esempio l'esperienza del "sindaco della notte" che ha avuto fortuna all'estero, sono state rigettate dalla maggioranza.
Oltre alla movida, inoltre, in quell'area è presente anche la marginalità sociale, che non si può pensare di risolvere - nel solco della scia del daspo urbano introdotto dal decreto Minniti-Orlando - allontanando in altre zone le persone che vivono il problema della casa o della tossicodipendenza.

ASCOLTA L'INTERVISTA AD EMILY CLANCY:

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]