La cover story di questa settimana è dedicata al nuovo interessante progetto di Daymè Arocena, Sonocardiogram; seguita ancora una volta da un incredibile ensemble di musicisti cubani, la visionaria cantante e compositrice cubana ha spogliato il suono della sua isola all’osso. Il disco è stato composto e registrato in un semplice studio de L’ Havana e la Arocena ha prodotto interamente l’album dandone un tocco davvero personale. E’ davvero sorprendente, come l’artista riesca a miscelare tradizioni afro-cubane , ritmi afro tribali, con il soul e sonorità jazzistiche, che riescono a coesistere dando al progetto il giusto equilibrio se alcuna sbavatura. Sonocardiogram si candida, senza alcun dubbio, ad essere uno, tra gli album più interessanti del 2019, consigliatissimo.

World music

Daymè Arocena – Yemayà

Chucho Valdès – Begin to be good

Herbie Hancock feat. CeU – Tempo de amor

Rita Payès & Elisabeth Roma – A Rita

Eric Bibb & Habib Koitè – Blowing in the wind

Melody Gardot – Preachman

Ruthie Foster – People grinnin’ in your face

Anbessa Orchestra – T’shai

Kokoroko Afrobeat Collective – Colonial mentality

Dub Colossus – Azmari dub

Ekova – Sabura

Fatoumata Diawara – Kanou

Tamikrest – Imanin Bas Zihoun

Tinariwen – Zawal

El Khat – Ya Raiyat

Taksim Trio – Lotus Feet

Mercan Dede – Ginhawa

Alsarah And The Nubatones – Wad Alnuba