Il fondatore di Libera presente al seminario dell’associazione sul tema delle “Mafie al Nord”

“La legalità è il nostro futuro” è il titolo dell’incontro tenutosi ieri a Ferrara con don Luigi Ciotti. Il fondatore di Libera è reduce dal seminario dell’associazione sul tema delle “Mafie al Nord” che ha permesso di puntare finalmente i riflettori su quello che ormai è un vero e proprio insediamento delle organizzazioni mafiose nel tessuto economico del nord del nostro paese. Corruzione e mafie sono due facce della stessa medaglia, il problema è ben sintetizzato dalla frase del Procuratore aggiunto di Palermo Antonio Ingroia: “assistiamo alla presenza di una mafia sempre più civile e di una società sempre più mafiosa”. E il nuovo testo unico sull’Antimafia, pubblicato in gazzetta ufficiale la scorsa settimana, secondo don Ciotti è un grosso passo indietro per di più all’interno di un progetto più ampio del quale fanno parte anche le nuove leggi in materia di intercettazioni e collaboratori di giustizia. “Questa situazione di coma etico ha tre ricadute sui giovani: l’imitazione, la sfiducia nelle istituzioni e la ribellione”, ma per don Ciotti non basta, “l’ultima risorsa della nostra coscienza è il disgusto”.

Ascolta l’intervista a don Ciotti di Libera curata da Federica Pezzoli

Articolo precedenteLa domenica di Radio Città Fujiko
Articolo successivoRevisionismo e negazionismo, quale Giornata della Memoria?