Radio Città Fujiko»Musica

Il viaggio verso la love revolution: alla scoperta di Sziget Festival 2018

L’appuntamento annuale è fissato per il 26esimo anno dall’8 al 15 agosto, stesso posto: la bellissima Obuda Island!


di festivalsbackpack
sziget.jpeg

La rivoluzione si fa in tanti. La rivoluzione si fa insieme. La love revolution si fa anche con la musica. Quest’anno, la rivoluzione si fa a Sziget Festival!

SIAMO TUTTI DIFFERENTI: PROVENIAMO DA POSTI DIVERSI NEL MONDO, PARLIAMO LINGUE DIVERSE, CREDIAMO IN RELIGIONI DIVERSE, ABBIAMO COLORI DELLA PELLE DIVERSI, ABBIAMO INTERESSI E GUSTI DIVERSI. TUTTAVIA, QUANDO SIAMO INSIEME REALIZZIAMO CHE LA DIVERSITÀ CI UNISCE ED È POSSIBILE CAMBIARE L’AMBIENTE CHE CI CIRCONDA!

È questo l’incipit del viaggio che consigliamo ad ogni amante della musica, ma non solo. Sziget Festival, nato ben 26 edizioni fa come rassegna musicale locale è diventata sempre più grande e internazionale, sino ad assumere la forma del festival più popoloso e amato in Europa. Sziget si sviluppa, per una settimana all’anno, nell’isola di Obuda che fende il fiume Danubio e guarda la città dall’acqua. Un’intera isola che si fa luogo di rivoluzione.

Per chi ha già vissuto questo movimento d’amore quello che raccontiamo è cosa nota, ma per chi ancora non ne sa nulla è ora di scoprire di cosa si tratta. Dall’ 8 agosto inizia la programmazione musicale, teatrale, performativa, cinematografica e sportiva del festival. All’interno dell’isola si può fare attività dalla mattina sino all’alba, ma c’è anche la possibilità di rilassarsi nell’area chill out, in mezzo agli alberi o immersi nelle acque del fiume. Nell’intera isola ci sono palchi dedicati a diversi tipi di musica: oltre al main stage, dove si esibiscono gruppi e artisti di fama internazionale, ci sono spazi dedicata alla world music, all’hip hop, l’arena dove tirare tardi e vedere l’alba, il palco della spiaggia di sziget, uno spazio dedicato solo ai musicisti europei e tanto, tantissimo altro. Tra un concerto e l’altro, a vostra scelta, potrete scoprire il circo e le proposte performative che troverete nell’area circus oppure in giro per le strade dell’isola. E se siete degli innegabili sportivi non preoccupatevi: l’isola della love revolution ospita campi da calcio, calcetto, volley, una torre per il bunjee jumping o lezioni di yoga per rilassarsi. Non solo, Sziget lancia ogni anno un contest per artisti che espongono le proprie opere tra la natura dell’isola: anche quest’anno incapperete in sculture, performance, oppure se siete dei cinefili non dovete perdere i film nel cinema all’aperto.

Se volete sentirvi un po’ più a casa potete anche scegliere dove dormire: il biglietto del festival vi garantisce il campeggio libero in ogni anfratto di Obuda-sziget, ma ci sono anche aree dedicate al campeggio organizzato: è il caso di Aperò, Siesta e Alternativa, orientati rispettivamente alla musica e alle proposte francesi e italiane. All’interno dell’area campeggio è allestito infatti anche un palco dove artisti nazionali si turneranno in live per i propri fan. Per le famiglie o per chi preferisce soluzioni meno avventurose della tenda e sacco a pelo è possibile anche campeggiare più comodi: dall‘area camper alle casette di legno, ma anche l’eco camping pensato per ridurre al minimo l’impatto ambientale sull’isola.

Per scoprire tutto il programma, i concerti e tutto quello che c'è da sapere continua a leggere l'articolo.

Ascolta Online


realizzato da Channelweb srl  /  progetto grafico Eddy Anselmi  /  P. IVA 00954970372

Questo sito web impiega cookie tecnici e di profilazione, proseguendo nella navigazione si acconsente al loro utilizzo close[ informazioni ]