Il 25 novembre al Comunale di San Giovanni in Persiceto sarà in scena Fornodimeco con Vistacielo

Vistacielo è uno spettacolo che prevede l’utilizzo del teatro di figura e del teatro di immagini in prosa.
Nello specifico la tecnica di manipolazione del puppet si alterna alla recitazione in prosa, permettendo alle due manipolatrici di essere due anime della stessa persona che diventano a volte parte attiva dei suoi ricordi o delle sue paure, a volte un incontro con le parti più nascoste del suo spirito ancora capace di fare quello che il suo corpo non può più.
Si trova in questo connubio la possibilità di giocare con ritmi e azioni diverse per esprimere metaforicamente il passaggio tra molteplici pian del tempo.

Vistacielo: scheda artistica

Sandra, un’anziana donna assorta nella leggera quiete della sua routine, vive a ritmo dei fievoli impulsi del suo cuore.
Ma un giorno, squilla il telefono: bisogna preparsi, mettere nelle valige le ultime cose che restano e andare nella clinica “Vistacielo”.
Da quella telefonata, ogni gesto trova la consapevolezza del tempo che passa; ogni oggetto diventa indispensabile per accendere i ricordi del suo passato.
Il tempo quotidiano della donna si apre a sensazioni riscoperte che, come un ponte, permettono il ritorno del tempo trascorso, tenace e ancora aperto, che si disegna dietro le sue spalle e davanti ai suoi occhi, in una sfilata di ricordi. Grazie a quei ricordi, Sandra si accende e realizza di essere stata schiacciata, attraversata per una vita intera, senza mai aver avuto la possibilità di ribellarsi, senza mai aver avuto il coraggio di buttarsi, nemmeno da sopra gli scogli, al mare, quando era bambina.
Sarà proprio nel momento in cui busseranno alla porta per venire a prenderla, che Sandra compierà il suo gesto d’amore, affermando sè stessa
con tutta la sua forza. Sandra agisce, ricorda, sceglie, decide.
L’anziana donna ha le vesti di un puppet che rappresenta simbolicamente l’essenza della sincerità, della possibilità di vivere il tempo sospeso e lento della vecchiaia in tutta la sua debolezza e solitudine. Un tempo che, però, è anche libero, deciso, fatto di ritorni all’innocenza, di parole di ieri, di musiche dei balli di tanti anni fa. Un tempo che mette in luce la nuova faccia di Sandra: carica di slancio, ricca di audacia, piena di quella voglia di reagire tipica di chi prova uno straordinario attaccamento alla vita.
Vistacielo è il momento in cui la vita ci pone davanti ad una scelta: andare o restare. Vistacielo è il momento in cui infanzia e vecchiaia si fondono.
Vistacielo è il momento in cui la tenerezza del passato e la fermezza del riscatto vengono abbracciati da un corpo fragile e delicato come un vetro che si rompe.

Info e prenotazioni presso la biglietteria del Teatro Comunale di San Giovanni in Persiceto

Articolo precedenteA Salt Peanuts Bill Frisell, Kirk Knuffke e Steve Lehman
Articolo successivoCannabis club Spagna, come funzionano queste “società segrete”?