Questo venerdì All you need is Ska si sposta in Argentina per scoprire le sonorità in levare della terra del nuovo papa. Come protagonisti avremo i Los Calzones e i Karamelo Santo.

I Los Calzones Rotos nascono nel 1988 a Buenos Aires, intercalando cover dei loro gruppi Ska preferiti (Madness, Specials, Bad Manners, ecc.) e alcune canzoni proprie. Nel 1991 esce il loro album di debutto intitolato “Los Calzones Rotos” che li ha condotti massivamente al pubblico. Dopo altri due album, “Porompompero” del 1993 e “Jungle Ska” del 1995, decidono di chiamarsi definitivamente Los Calzones, abbandonando l’aggettivo “Rotos”. Il loro ultimo album “Tanguito” risale al 2007 e da lì in poi si sono dedicati esclusivamente all’attività live.

I Karamelo Santo si formano ufficialmente a Mendoza nel 1993 e nel Sud America sono considerati i pionieri nella miscela di vari stili come Punk, Ska, Reggae, Folk e Cumbia, miscela meglio conosciuta come Patchanka. Il loro primo album “La Kulebra” esce nel 1995 e grazie alla sua miscela musicale riescono subito a farsi notare nel panorama nazionale. Con l’album “Los Guachos” del 2001, che vede la collaborazione di Manu Chao e Tonino Carotone, raggiungono il successo anche fuori dall’Argentina, successo consolidato poi grazie anche a una lunga tournee in giro per l’America e l’Europa. Nel 2011 pubblicano il loro ultimo album in studio intitolato “Karamelo Santo”.

Stay Tuned, Stay Skanking!

1) Los Calzones Rotos – Cerveza Ska

2) Los Calzones Rotos – Anillaco no è necessario

3) Los Calzones – Te sigo

4) Los Calzones – Mala vida

5) Los Calzones – Popuela

6) Karamelo Santo – Skalibur

7) Karamelo Santo – Tomate un vino

8) Karamelo Santo – El baile oficial

9) Karamelo Santo – Negro

10) Karamelo Santo – El ritmo indecente

11) Karamelo Santo – No anda

Articolo precedentePremio Maccio Capatonda 2011, cinema alla radio
Articolo successivoNon c’è pace per i centri sociali: ora rischia Vag61