Doppia protesta questa mattina davanti alla sede del comune in Piazza Liber Paradisus. I lavoratori Atc con i sindacalisti Usb Lavoro privato hanno indetto un presidio in occasione dell’incontro sindacati-Comune per la presentazione del bando per il piano-sosta. Subito dopo la conferenza stampa dei lavoratori Coopertone.

Il presidio è stato organizzato in occasione dell’incontro per il bando di gara che affiderà il servizio sosta Atc a un privato. “Questa scelta è fallimentare come le altre operate in questo senso dal Comune. Da una parte i lavoratori si sono ritrovati senza stipendio, come nel caso di Coopertone e dall’altra i cittadini hanno perso un servizio essenziale” ci dice Alessandra Cuozzo di Usb Lavoro privato.

Proprio dal passaggio dell’azienda ai privati accomuna le due vertenze dei lavoratori Atc-sosta e Coopertone: “Affidando questi servizi al privato il Comune ha eroso una serie di attività: sosta, contrassegni e altri servizi che vengono peggiorato trattando peggio i lavoratori” conclude Alessandra Cuozzo.

Articolo precedentePremio Maccio Capatonda 2011, cinema alla radio
Articolo successivoNon c’è pace per i centri sociali: ora rischia Vag61