Un campo da calcio allestito in piazza Maggiore per ricordare il Cev ad un anno dalla scomparsa. È solo una delle iniziative organizzate da istituzioni, mondo dello sport ed amici. Alle 17 di oggi il ricordo in Consiglio Comunale.

È ormai trascorso un anno da quell’8 maggio, dal giorno in cui Maurizio Cevenini, ex Consigliere Regionale e Comunale di Bologna, decise di togliersi la vita. Ed è per questa ragione che la cittadinanza vuole ricordarlo coinvolgendo tutti coloro che lo ammirarono, lo apprezzarono sia nella vita privata, sia in quella pubblica.   
La manifestazione, prevista per il 16 maggio, vuole però ricordare più l’uomo che il politico e vuole chiamare a raccolta non solo chi lo ha potuto apprezzare in campo professionale, ma anche e soprattutto coloro che gli vollero bene.
 
È questo il messaggio che stamane è emerso durante la conferenza stampa di presentazione dell’evento, popolata da diverse personalità di spicco come il presidente del Bologna, Albano Guaraldi, Claudio Sabatini, amministratore delegato della Virtus, Luca Rizzo Nervo, assessore allo Sport, oltre che a Federica e a Gabriele Cevenini, rispettivamente figlia e fratello del Cev.
 
Nella serata del 16 maggio Piazza Maggiore si trasformerà in un vero e proprio campetto da calcio che, riaccendendo la grande passione di Maurizio Cevenini, lo ricordi e lo richiami.
Nel verde prato che si sostituirà al grigio della piazza, si sfideranno in amicizia alcuni ex e attuali Consiglieri Comunali,  ex giocatori del Bologna, ragazzi della curva e amici del Cev. Sarà la festa del “Noi per lui”, racconta Gabriele Cevenini.
È prevista inoltre una lotteria gratuita, attraverso cui i numerosissimi sponsor che hanno contribuito alla realizzazione dell’omaggio al Cev distribuiranno gadget al pubblico.  

La commemorazione di Cevevini avverrà anche sul piano istituzionale. Oggi alle 17.00 a Palazzo D’Accursio, infatti, la seduta del Consiglio Comunale sarà a lui dedicata con il saluto della Presidente del Consiglio Comunale Simona Lembi, con l’intervento di Ciro Andreotti, autore della tesi dal titolo “Maurizio Cevenini: Il diversamente politico” e con le parole dei Presidenti dei Gruppi consiliari e del Sindaco Virginio Merola.  
Verrà inoltre consegnato il “Premio Cittadinanza attiva dei giovani”, istituito in memoria del Cev dalla Provincia di Bologna. Il riconoscimento avvalora l’impegno di alcuni giovani che si sono spesi per la comunità nel territorio provinciale. La cerimonia sarà a Palazzo Malvezzi alle ore 15.00.
L’8 maggio sarà infine aperta a tutta la comunità una messa commemorativa alla Chiesa della Santissima Annunziata alle ore 11.30.
 
Elisabetta Severino