”ratm”/

26 concerti live (di cui 19 gratuiti) per 30 giornate complessive, dal mercoledì al sabato, totalmente plastic free. Marlene Kuntz, Joan As Police Woman, Nouvelle Vague, Diaframma: sono solo alcuni degli artisti che si alterneranno sul palco del BOtanique. Ogni giovedì proiezioni cinematografiche presso l’Estragon Club e visite guidate all’interno dell’Orto Botanico dell’Università di Bologna. Dal 17 al 20 luglio la rassegna BOAfrique dedicata all’Africa, a sostegno della Onlus CEFA.

“Un programma incentrato sull’attualità musicale, che vuole aprirsi alle nuove realtà artistiche emergenti, soprattutto nel contesto della world music, ancora così poco conosciuta in Italia” dice il direttore artistico del BOtanique, Lele Roveri.
“La protagonista dell’estate è la musica – continua l’Assessore comunale alla cultura e promozione della città, Matteo Lepore – e questo è anche l’obiettivo che ci poniamo per il prossimo anno: crescere come città della musica”. La rassegna musicale inizierà venerdì 14 giugno alle ore 21.30 con il gruppo newyorkese Brass Against, per continuare sabato 15 con l’ormai tradizionale Taranta night, accesa dala band salentina dei Tamburellisti di Torrepaduli. Mercoledì 19 giugno toccherà a Joan As Police Woman, che presenterà a Bologna il suo nuovo multi-album, Joanthology. E ancora, l’hip hop argentino di Sara Hebe (21 giugno) il ‘cantautorato illogico d’avanguardia’ del Duo Bucolico (22 giugno), il rap di Luchè (24 giugno) e il rock dei Diaframma (28 giugno). Il sound africano-colombiano-francese dei The Bongo Hop ci farà ballare il 29 giugno, per lasciare poi spazio a Giovanni Lindo Ferretti (2 luglio), Julian Zyklus (3 luglio), Eckoes (5 luglio) e alle Indian Queens (6 luglio). Il 12 luglio una delle serate più attese, la Balkan night con la Baro Drom Orkestar, e il 16 luglio lo spettacolo dei Nouvelle Vogue. Si chiude con Marlene Kuntz al suo primo concerto tutto in acustico, il 22 luglio, e con la New York Ska Jazz Ensemble e Lino e i Mistoterital, rispettivamente il 26 e 27 luglio. Tutti i concerti saranno gratuiti tranne Joan As Police Woman, Luchè, Giovanni Lindo Ferretti, Giant Sand, Nouvelle Vague e Marlene Kuntz.

Dal 17 al 20 luglio la rassegna BOAfrique: il BOtanique si trasformerà in un ambiente africano con gli Al Raseef, Nuri e Afrodelic e The Liberation Project. I tre giorni saranno a sostegno della CEFA Onlus, che venderà (a offerta libera) splendidi braccialetti realizzati da alcune mamme tanzane di bambini disabili con materiali di riciclo. “È un modo di fare solidarietà in maniera creativa” ha detto il presidente della Onlus, Giovanni Beccari, che ha inoltre posto accento sulla valenza simbolica che ha il ricordare Nelson Mandela (il 18 giugno, in occasione del Mandela Day) in un contesto universitario come quello di Filippo Re. Sempre in occasione della ricorrenza dedicata al presidente sudafricano, verranno stampate dall’Estragon Club delle magliette a tema.

Tanta musica e tanta cultura, anche in forma di cinema. La rassegna dedica infatti all’arte cinematografica la giornata del giovedì, con una rassegna a dedicata ai Monty Python, leggendario collettivo di comici degli anni ’70 e ’80, con la proiezione di film come Monty Python e il Sacro Graal (20 giugno), Brian di Nazareth (27 giugno), MTV Unplugged in New York (11 luglio, in ricordo di Kurt Cobain a 25 anni dalla sua scomparsa) e Mandela – La lunga strada verso la libertà, per la prima volta proiettato in Italia, il 18 giugno. Tutti i film verranno riprodotti presso l’Estragon Club.
Sempre il giovedì, dalle 20 alle 21, sarà possibile visitare gratuitamente i giardini dell’Orto Botanico dell’Università di Bologna.

Nel rispetto dell’ambiente, BOtanique 10.0 si propone di essere totalmente plastic free. Già le edizioni passate avevano ottenuto ottimi risultati in questo senso, con 25 mila bottigliette d’acqua e 100 mila bicchieri di plastica riciclati; ma quest’anno l’obiettivo è ancora più ambizioso: eliminare il 90 percento dei rifiuti complessivi. L’acqua sarà infatti distribuita da appositi impianti refrigerati, e potrà essere fruita gratuitamente tramite bicchieri e borracce in policarbonato che saranno forniti ai partecipanti su cauzione.

Sara Spimpolo

ASCOLTA L’INTERVISTA A LELE ROVERI: