La XIV edizione del Festival YoungAbout si svolgerà sul web dal 9 al 20 novembre. Il festival internazionale di cinema per adolescenti e bambini, patrocinato e finanziato dal Comune di Bologna e dalla Regione Emilia-Romagna, ha vinto il bando del MIUR “Cinema per la Scuola- Buone Pratiche – Rassegne e Festival”, che gli ha permesso di collaborare con il Liceo Copernico, l’Istituto Pier Crescenzi-Pacinotti-Sirani, il Liceo Sabin. Quest’anno con i ragazzi e le ragazze delle tre scuole sono stati attivati dei progetti anche per la realizzazione di film da remoto.

YoungAbout era pronto per offrire il suo programma in matinée agli studenti delle scuole della Città Metropolitana di Bologna, nelle sale dei cinema Rialto e Odeon, ma dovendosi adeguare alle nuove ordinanze del governo, ha attivato una partnership con MyMovies, il più grande database italiano di contenuti cinematografici, per far sì che il festival potesse esser svolto comunque, ma online. Da un lato, avendo dovuto rinunciare alla dimensione collettiva della sala, sarà un’edizione di emergenza, dall’altro, la sperimentazione a cui è stato costretto ha il pregio di consentire la conoscenza dei film selezionati in tutta Italia e non solo a Bologna.

Il festival di cinema tra anticipazioni, programma e attese

Il 9 novembre, dalle ore 16 alle 18 in streaming sulla pagina facebook del festival sarà presentato il seminario Cinema e Storia. Si tratta di una collaborazione con l’Istituto Parri di Bologna, che metterà le competenze universitarie al servizio del festival con il proposito di educare attraverso i media audiovisivi alla conoscenza storica. Durante il convegno, che anticipa il Festival, a partire dall’analisi di due film russi in concorso nel programma di YoungAbout – A Russian Youth e Cry of silence – si affronterà il tema della capacità del cinema di narrare la storia. Tra i relatori ci saranno Giacomo Manzoli, direttore del dipartimento DAMS di Bologna, lo storico Riccardo Brizzi e il giornalista Alberto Crespi.

Il PremioAngelo Vassallo, in attesa di poter esser conferito in presenza, è stato assegnato al giornalista di RAI 3 Domenico Iannacone, autore dei programmi I dodici comandamenti e Che ci faccio qui, per la capacità di denunciare le ingiustizie della nostra società dando parola a chi vive ai margini. Anche la serata dedicata a Federico Fellini è stata posticipata a tempi migliori: avrebbe consistito nella proiezione, nella sala Centofiori del cinema Navile, del cortometraggio-documentario dedicato alla memoria del regista riminese Prima e dopo Fellini, diretto da Vito Palmieri, ideato e girato con la collaborazione di un gruppo di studenti del Liceo Artistico Arcangeli di Bologna, e del corto diretto dalla nipote del maestro Francesca Fabbri Fellini, intitolato La Fellinette e girato sempre con dei ragazzi.

Il programma di quest’anno, in streaming dal 15 al 20 novembre, comprende dodici lungometraggi, visibili sul sito di MyMovies, e quaranta cortometraggi – realizzati da professionisti, esordienti e studenti delle scuole – visibili sulla pagina VIMEO di YoungAbout. I lungometraggi selezionati in concorso variano per fasce d’età – il festival è infatti rivolto a bambini e adolescenti di età dai 4 ai 20 anni, e per nazionalità – comprendendo film provenienti da tutti i continenti (o quasi!). Nella ricchezza delle tematiche affrontate trova posto anche quella ambientale con la sezione YoungAmbiente, che ha visto la collaborazione di Fridays for future, che farà degli interventi live sulla pagina facebook del Festival. Tra le altre collaborazioni attivate da YoungAbout ricordiamo anche quella con Kinodromo, l’Alliance Française, l’Associazione Nuvo, il Festival Tout Court, il Festival Clermond Ferrand, l’Associazione OTTOmani e il Festival Ka – Nuovo immaginario migrante – Ancona.

Per conoscere il programma completo: http://www.youngabout.com/

ASCOLTA L’INTERVENTO DI ANGELA MASTROLONARDO: