È possibile avere una casa per tutti e tutte a Bologna?“. È una domanda sempre più ricorrente, ma è anche il titolo dell’inchiesta urbana a puntate che verrà trasmessa il 16, 17 e 18 maggio, alle 17.30, su Radio Città Fujiko.
Si tratta del lavoro di “Media allo Scoperto“, il gruppo composto dalle e dai partecipanti al corso di giornalismo radiofonico organizzato da Radio Città Fujiko e associazione Youkali.
Nell’inchiesta urbana un focus su uno dei problemi mai risolti della nostra città con interviste ad esponenti di associazioni, istituzioni, sindacati e movimenti.

Disagio abitativo: l’inchiesta urbana di Media allo Scoperto

L’inchiesta urbana “È possibile avere una casa per tutti e tutte a Bologna?” si articola in tre puntata, appunto in onda alle 17.30 dal 16 al 18 maggio.
Nella prima puntata, in onda questo pomeriggio, troveremo interviste a Ilaria Avoni, vipresidente della cooperativa Piazza Grande, Federica Toscano, referente del progetto Nausicaa e Victor Orobosa, cittadina di origine nigeriana inserita in progetto di accoglienza Cas.

Nella seconda puntata, in onda il 17 maggio sempre alle 17.30, troveranno spazio le interviste a Giulia Stringhini di Asia Usb, Emily Marion Clancy, vicesindaca del Comune di Bologna con delega a Casa, Emergenza abitativa e Abitare collaborativo e cooperativo e Rosalia del Vecchio, avvocata delegata e consulente Uppi.
Infine nella terza puntata, in onda il 18 maggio, ascolteremo le parole di Marcello Marano, presidente del Circolo Guernelli, Luciano Serio, responsabile dei progetti di Emergenza abitativa di cooperativa Dolce e Sara Gainsforth autrice di “Airbnb città merce”.

Articolo precedenteConferenza di Alice Zenobi sulla poesia visiva martedì 17 maggio
Articolo successivoNon solo Elisabetta Franchi, la condizione lavorativa delle donne è ancora pessima